martedì 17 settembre 2019
menu
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
ven 23 ago 2019 11:15 ~ ultimo agg. 15:16
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sono 8.901 le imprese della movida attive in provincia di Rimini. Lo rileva una indagine della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi sui dati del registro delle imprese 2018 e 2019. Per imprese della movida si intendono quelle della ristorazione, gli alberghi, le aziende che si occupano di tempo libero, sport, musica, eventi ma anche i negozi dello shopping. Nel riminese le realtà attive nel 2019 sono in calo dell’1,1% rispetto al 2018 e del 2,4% rispetto a cinque anni fa. Con le sue 8.901 imprese, la provincia resta comunque al secondo posto in Regione dietro Bologna. In Emilia Romagna il trend è comunque al ribasso (-1,2% sul 2018 e – 0,8% sul 2014) ma in maniera meno accentuata rispetto a Rimini. Da segnalare però che, nonostante il calo di imprese, aumenta il numero di addetti. Complessivamente nel 2019 in provincia la movida dà occupazione a 43.524 persone, il 3,7% in più rispetto allo scorso anno e il 3,6% in più rispetto al 2014. In Emilia Romagna, Rimini spicca per i servizi di alloggio (prima con 2042 imprese e quasi 17mila addetti) e per attività sportive e di intrattenimento (852 con 3.573 addetti). Consistente anche il peso delle attività di ristorazione (2.624 imprese con 14471 addetti) e del commercio al dettaglio (3.183 realtà con 7.604 addetti).

Complessivamente il business del settore movida nel riminese è di un miliardo 153mila euro, 25esima in Italia e quarta in Regione dietro Bologna ma anche a Modena e Reggio Emilia.

. Da sottolineare che i numeri forniti dalla Camera di Commercio Lombarda, pur confermando il trend (meno imprese e più addetti), non coincidono con quelli diffusi nel giugno scorso dalla Camera di Commercio della Romagna (vedi notizia)

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna