Indietro
menu
Fuori di senno

In giro ubriaco con un coltello, fermato a fatica

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 13 gen 2019 14:38 ~ ultimo agg. 16:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Intorno a mezzanotte un equipaggio della squadra volante della Polizia di Stato è intervenuto nei pressi del porto canale dove era stata segnalata una persona violenta ed armata di coltello che, spostandosi con una Toyota, minacciava le persone che incontrava.

Di li a poco la ricerche hanno permesso di rintracciare l’individuo, un cittadino italiano di 56 anni con precedenti di polizia che, alla vista degli operatori, in preda ad un forte stato di agitazione, ira e di evidente ubriachezza, sfogava il suo atteggiamento aggressivo e violento versi i poliziotti, con minacce, calcio ginocchiate e pugni.

Gli Agenti di Polizia sono riusciti a bloccarlo, anche con grosse difficoltà, il predetto e, nell’atto di cercare l’arma segnalata, questa veniva trovata lì vicino sul marciapiede. Trattasi di un coltello a serramanico, poi riconosciuto dalle testimonianze di chi aveva subito le minacce. Accompagnato in Questura per procedere nei suoi confronti, ha continuato nel suo atteggiamento e, con uno scatto improvviso, ha colpito con una testata una porta dell’ufficio di guardia della Questura, infrangendo il vetro. Nella circostanza il personale medico del 118, giunto subito sul posto non riteneva necessario il suo trasporto al pronto soccorso, in quanto le ferite erano lievi, quindi direttamente medicate.
In Questura gli operatori di Polizia lo hanno tratto in arresto in arresto per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Inoltre, lo stesso è stato anche indagato per i reati di minacce aggravate e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere, nonché sanzionato con procedimento amministrativo per ubriachezza.
Sarà processato nella mattinata di lunedì, con rito direttissimo.