Indietro
menu
Santarcangelo

Operativo il potenziamento della rete fognaria in zona stazione

In foto: la presentazione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 2 dic 2018 09:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Conclusi i lavori ieri mattina in zona stazione a Santarcangelo è stato presentato il potenziamento della rete fognaria. Il sindaco Alice Parma, l’assessore ai Lavori pubblici Filippo Sacchetti insieme ad Angelo Torcaso Ivan Semprini di Hera hanno illustrato ai residenti della zona le caratteristiche e funzioni del nuovo impianto.

Quello appena terminato – ha affermato il sindaco Alice Parmaè il frutto di un investimento a lungo termine che interessa più della metà dei cittadini santarcangiolesi, che non sarebbe mai stato realizzato senza l’apporto decisivo di Hera. La realizzazione ha causato non pochi disagi ai residenti, che ringraziamo per la pazienza. Il potenziamento della rete fognaria è forse uno degli interventi più importanti realizzati negli ultimi anni, perché migliora il sistema di smaltimento delle acque, impedisce gli allagamenti e, soprattutto, diventa un decisivo strumento di prevenzione e protezione da possibili eventi climatici calamitosi”.

Anche l’assessore ai Lavori pubblici Filippo Sacchetti, ha sottolineato la “grande importanza di questa nuova infrastruttura per la città, costata due milioni di euro”.

Si tratta di un intervento che rientra nel Piano di Investimenti del Gruppo Hera – ha dichiarato Angelo Torcaso, Responsabile Fognatura e Depurazione Hera Rimini – per ridurre il rischio allagamenti della zona intorno alla Stazione.Consiste nel raddoppio dello scarico delle portate di pioggia: dal solo Fosso Brancona ora verranno anche inviate nel fiume Uso attraverso una tubazione di 1,6 metri. In definitiva con questo intervento, la portata di acqua che può essere smaltita in caso di piogge consistenti è stata più che raddoppiata raggiungendo i 7.730 litri al secondo”.

Questa era una zona critica per gli allagamentiha aggiunto Ivan Semprini, Direzione Ingegneria HERAtech Srl ma oltre al fattore idrogeologico che riguarda lo smaltimento delle acque, è stato effettuato anche un grosso lavoro sul sistema di smaltimento acque nere che vanno al depuratore . Anche in questo caso, infatti, è stata aumentata la portata fino a 130 litri al secondo con un forte miglioramento delle acque di balneazione“.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO
di Redazione   
VIDEO