martedì 18 dicembre 2018
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
ven 7 dic 2018 13:47 ~ ultimo agg. 13:49
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

L’ultima volta era stata al Romeo Galli, proprio contro una veneta (il Vicenza, battuto 2-1 al termine di una splendida partita): l’Imolese non vince da oltre un mese e sabato 8 dicembre, nella sfida del 15º turno contro il fanalino di coda Virtus Verona (calcio d’inizio alle 18.30), vuole assolutamente ritrovare i tre punti.

Una gara che sarà molto più difficile di quanto non dica la classifica, perché i rossoblu di mister Dionisi, che finora hanno fatto delle prestazioni e del gioco il loro punto di forza, dovranno questa volta focalizzarsi sul muovere una classifica che si sta facendo meno bello di quanto l’Imolese meriterebbe. Di certo la Virtus non verrà al Galli già battuta, anzi: in casa veronese brucia ancora la sconfitta di 7 giorni fa contro la Samb, arrivata in pieno recupero e frutto, secondo i dirigenti veneti, di una direzione di gara totalmente iniqua. Il club di Borgo Venezia, quartiere veronese sul lato orientale della città, dovrà fare a meno degli squalificati N’Ze, Grbac e Casarotto (espulsi contro i marchigiani e out per una giornata), mentre siederà regolarmente in panchina mister Luigi Fresco, nonostante l’allontanamento al Riviera delle Palme. Ecco, la storia di Fresco meriterebbe un capitolo a parte: entrato in società da bambino, all’età di 8 anni, per giocare con gli amici, dal 1982 riveste il doppio ruolo di allenatore e presidente della società rossoblu. Una situazione davvero insolita e probabilmente unica nel panorama calcistico italiano. Sul campo, Fresco dovrebbe schierare la squadra col solito 3-4-1-2, anche se potrebbero esserci novità, viste le tante assenze. Punto fermo della formazione veneta è l’attaccante Francesco Grandolfo, autore di 3 gol finora in stagione, ma famoso soprattutto per la tripletta siglata nel maggio 2011 con la maglia del Bari, con cui regolò il Bologna al Dall’Ara nell’ultima giornata di un campionato che, comunque, vide i pugliesi retrocedere.

In casa Imolese, buone notizie: recuperato pienamente Luca Belcastro, mister Dionisi avrà tutti i giocatori a propria disposizione. Probabile che il trequartista calabrese trovi spazio, almeno per uno spezzone di gara. Dirigerà la sfida il signor Adalberto Fiero della sezione di Pistoia.

Alessio Dionisi, allenatore Imolese: «Arriviamo a questa sfida in un momento in cui i risultati non stanno andando di pari passo con le prestazioni. Vogliamo riprenderci sul campo quello che meritiamo, la classifica al momento non è gratificante per i ragazzi. Sappiamo che arriverà al Galli un avversario che ci renderà la vita difficile: sono una squadra neo-promossa, partita con il nostro stesso obiettivo, ma con una classifica ben peggiore della nostra. Resta il fatto che la Virtus è una formazione temibile, brava a ripartire e con attaccanti validi. Noi sentiamo l’importanza di questa partita, ma vogliamo iniziare a raccogliere quello che seminiamo. La cosa più positiva è arrivare a questa sfida importante con tutto l’organico a disposizione».

Andrea Casadio
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

Notizie correlate
di Icaro Sport
VIDEO
di Icaro Sport
VIDEO
di Icaro Sport
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna