domenica 16 dicembre 2018
In foto: controlli dei carabinieri
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
gio 23 ago 2018 09:24 ~ ultimo agg. 14:43
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Momenti di grande paura in una notte di inizio agosto, ma la notizia è trapelata solo nelle ultime ore, per una giovane nigeriana di 25 anni. La ragazza ha subito un’aggressione e una tentata violenza da parte di un uomo, probabilmente africano, che è poi riuscito a far perdere le proprie tracce.

Rispetto alle prime notizie trapelate, i carabinieri hanno in parte ridimensionato l’accaduto. Il fatto resta comunque grave.

L’episodio è avvenuto in via Garibaldi a Igea Marina. Era circa mezzanotte e la ragazza, una richiedente protezione internazionale appena uscita dal lavoro (fa la cameriera), stava facendo ritorno al suo alloggio, quando un uomo in bici l’ha avvicinata. Probabilmente scambiandola per una prostituta le ha allungato dei soldi, la ragazza, sdegnata, glieli ha ridati e ha cercato di mettersi al sicuro, cominciando a correre. Lui a quel punto le si è affiancato e le ha dato una manata sul sedere ma la ragazza si è messa ad urlare e gli ha bloccato la mano. L’uomo ha cercato allora di allontanarsi ma la giovane non ha lasciato la presa e l’aggressore per liberarsi si è divincolato e l’ha colpita con una manata al volto. Le urla della 25enne hanno attirato l’attenzione di alcuni passanti che l’hanno soccorsa mentre l’aggressore si allontanava. Sul posto i carabinieri di Bellaria Igea Marina che hanno setacciato la zona ma senza trovare nessuna traccia dell’uomo. Per la ragazza, refertata in pronto soccorso, due giorni di prognosi. Per l’aggressore l’accusa è di violenza sessuale.

Altre notizie
la promozione di Bellaria IM

Il 2018 della Fondazione Verdeblu

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna