mercoledì 16 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto 3.314 visite
mer 2 mag 2018 12:42 ~ ultimo agg. 3 mag 13:45
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 3.314
Print Friendly, PDF & Email

Durante la campagna di scavo condotta dalla Soprintendenza, nell’ambito dell’intervento del ‘Giardino del Castello’, sono stati ritrovati alcuni reperti archeologici lungo le mura rinascimentali di piazza Malatesta, nelle vicinanze del fabbricato Ausl.

In base ai prime rilievi, potrebbe trattarsi dei resti delle fondazioni di una delle torri della cinta muraria urbica, di epoca federiciana (1.200) o malatestiana. Al momento è difficile dare una datazione precisa in assenza di esami più specifici, fanno sapere dal comune. Da escludere secondo gli archeologi invece che si possa trattare di resti dell’antica cattedrale di Santa Colomba.

In pieno accordo con la stessa Soprintendenza dei beni culturali – fa sapere l’Amministrazione Comunale di Rimini – gli uffici del Comune di Rimini stanno predisponendo un progetto in grado di valorizzare al meglio le nuove scoperte.

Intanto, sotto l’alta sorveglianza della Sorprintendza dei beni culturali, proseguono come da programma i lavori di scavo e di realizzazione delle reti dei sottoservizi. L’intervento, che fa seguito a quello concluso per la “Corte a mare”, riguarda la parte più a nord della piazza racchiusa dalle mura, dall’adiacente scuola per l’infanzia al civico 27. L’intervento di riqualificazione di piazza Malatesta si inserisce nel più ampio progetto del Museo Fellini.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna