domenica 18 agosto 2019
menu
In foto: Un momento dell'incontro con Damiano
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
dom 23 apr 2017 16:38
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Mattinata riminese per il presidente della commissione Lavoro alla Camera dei Deputati, Cesare Damiano, in una delle tappe del giro a sostegno della mozione Orlando.  Alla sala Buonarrivo Damiano, accompagnato da Emma Pettiti, ha incontrato i rappresentanti del mondo sindacale, Graziano Urbinati (Cgil), Paola Taddei (Cisl) e Giuseppina Morolli (Uil), per parlare di lavoro e pensioni. “Il nostro è un progetto alternativo a Renzi” ha detto. “Se la nostra stella polare non torna ad essere l’uguaglianza,supportando politiche che guardano agli ultimi, il pericolo è quello che il vuoto lasciato dalla sinistra venga riempito dai populismi. Com’è successo negli Stati Uniti”. Il nuovo segretario a detta di Damiano avrà il compito di ristabilire un rapporto nuovo con le parti sociali.

Togliere l’Imu sulla prima casa è roba di destra, lasciamolo fare a Berlusconi. I voucher? Li ho applicati io per la prima volta nell’ambito della raccolta dell’uva, dedicati a studenti e pensionati”, ha spiegato Damiano davanti agli intervenuti. “Con Renzi siamo passati da 500mila a 134 milioni, arrivando a sostituire i contratti di lavoro. Ma eliminarli tout court è stato un errore, bisognerà ripensarci”.

 

Altre notizie
di Andrea Turchini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna