martedì 10 dicembre 2019
menu
Politica Rimini

Appena due consigli in 3 mesi. Mauro: amministrazione fa solo marketing

In foto: l'aula del Consiglio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 17 mar 2017 19:20
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Due consigli comunali in quasi tre mesi per un’amministrazione più attiva sul piano del marketing. Il duro attacco arriva dal consigliere del Movimento Nazionale per la Sovranità Gennaro Mauro: “più che di vetro l’amministrazione comunale di Rimini si caratterizza dall’essere una casa opaca, impenetrabile e lontana dalle esigenze dei cittadini” dice. Da Mauro arriva una stoccata anche sul presidente del consiglio comunale che “interpreta il proprio ruolo con la casacca di partito, violando i principi di imparzialità e di tutela delle prerogative dei consiglieri di minoranze. La sudditanza nei confronti del sindaco la porta a non convocare il Consiglio pur in presenza di una mia proposta deliberativa, sottoscritta da tutta la minoranza, rivolta a far luce sulle modalità di assunzione del personale dirigente. Giace dal 23 febbraio sul suo tavolo.
Secondo il consigliere di minoranza “le determinazioni dirigenziali di queste ultime settimane sono tutte illegittime, lo dice la copiosa giurisprudenza (TAR, Consiglio di Stato, Cassazione e Corte Costituzionale) e anche la dottrina. A Rimini i dirigenti devono essere scelti attraverso una procedura concorsuale che rispetti i principi costituzionali dell’art. 97. Per questa ragione che bisogna fare una seria e approfondita riflessione nell’ambito di una commissione speciale di indagine consiliare. La maggioranza dovrà esprimersi al riguardo, e soprattutto sostenere l’introduzione di correttivi al fine di evitare l’intervento della commissione antimafia di Cantone.

Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna