Indietro
menu
Nazionale Provincia

Finanziamenti locali per Expo 2015. Arlotti sollecita il Ministro

In foto: il logo dell'Expo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 16 dic 2014 11:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il deputato riminese del PD Tiziano Arlotti ha presentato un’interrogazione urgente in commissione a Dario Franceschini, ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del turismo sulla legge “Destinazione Italia” approvata dieci mesi. La legge prevede uno stanziamento di 500 milioni di euro per progetti di valorizzazione territoriale e di accoglienza turistica presentati dai Comuni, anche in Unione o associazione. Ma del decreto del ministero dei Beni culturali che, sempre in base alla legge, entro il 31 dicembre dovrebbe definire i criteri per l’utilizzo delle risorse e l’attuazione degli interventi ancora non c’è traccia.
In vista dell’Expo 2015 – ricorda Arlotti – per promuovere il coordinamento dell’accoglienza turistica tramite la valorizzazione di aree territoriali, di beni culturali e ambientali, nonché il miglioramento dei servizi per l’informazione e l’accoglienza dei turisti, con “Destinazione Italia” sono finanziati progetti che individuino uno o più interventi di valorizzazione e di accoglienza tra loro coordinati. I progetti possono essere presentati da comuni, da più comuni in collaborazione tra loro o da Unioni di comuni con popolazione tra 5.000 e 150.000 abitanti. Ad essi sono destinati finanziamenti complessivi sino a un massimo di 500 milioni di euro.
Entro il 31 dicembre con decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, di concerto con il Ministro per gli affari regionali e le autonomie, devono essere disciplinati i criteri per l’utilizzo delle risorse e previste le modalità di attuazione dei relativi interventi anche attraverso apposita convenzione con l’Anci.
Ma il decreto non è ancora stato emanato, né si hanno notizie sull’iter del provvedimento, segnala Arlotti. “Vista la rilevanza di Expo 2015 e la necessità per gli enti locali di accedere ai previsti finanziamenti per avere risorse certe al fine di realizzare importanti progetti di valorizzazione territoriale e accoglienza, è evidentemente urgente accelerare il percorso di emanazione del decreto attuativo nei termini previsti. L’obiettivo è enfatizzare la destinazione Italia attraverso Expo 2015 e consentire un’offerta maggiormente integrata alle destinazioni territoriali. Proprio per questo si era previsto di finanziare i progetti dando priorità a quelli promossi da aggregazioni e Unioni dei Comuni. Inoltre, essendo Expo 2015 dedicata al tema del cibo, ritengo che nel decreto attuativo sia quanto mai opportuno dare priorità e premiare quei progetti che oltre alla valorizzazione dei giacimenti culturali presenti sul territorio, promuovano i temi della storia, del folklore, dell’enogastronomia locale e la valorizzazione delle eccellenze locali, con l’obiettivo di cogliere questa grande opportunità per integrare l’offerta e la promozione del territorio, dei luoghi, dei paesaggi, del sistema ricettivo ed enogastronomico”.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione