Indietro
menu
Riccione Turismo

Osservatorio albergatori: fatturato a picco. Tassa soggiorno è 'deleteria'

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 25 ott 2012 14:20 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Che la stagione abbia tenuto, non è così certo. Lo dicono gli albergatori riccionesi alla luce, più che dei dati di arrivi e presenze in lieve aumento, dal fatturato, che i 102 albergatori interpellati stimano in calo del 12,6%.
A parte la seconda quindicina di agosto, molti parlano di un’estate peggiore. Con un pessimismo che fa dire al 62% che nei prossimi anni andrà peggio.
Cala la permanenza media.
Le famiglie sono il 58% della clientela. Bene il turismo sportivo, calano invece i giovani. Lo strumento di promozione principale resta il passaparola, mentre i siti dei singoli alberghi pesano sempre più.
I commenti positivi raccolti premiano la città gradevole e organizzata e il nuovo lungomare. Quelli negativi, traffico, caos e ordine pubblico e costo e disponibilità di parcheggi. Gli albergatori chiedono un arredo urbano migliore e una città più sicura e con meno prostitute. La Notte Rosa è apprezzata, ma serve ripensare la gestione perché non sfugga di mano. Una Notte Rosa sostenibile, dicono gli albergatori.
All’amministrazione chiedono meno burocrazia, per non bloccare chi vuole investire. E sulla tassa di soggiorno quest’anno annunciata e poi rientrata, hanno le idee ancora chiare.
“Oggi è deleteria, e non ci vuole un tecnico per capirlo”, commenta il presidente dell’AIA di Riccione Bruno Bianchini.

(Newsrimini.it)

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.