sabato 15 dicembre 2018
In foto: 50 nuovi alberi, mille arbusti e otto nuove aree di sosta. Sono alcune delle novità previste nel progetto di ampliamento dei Giardini Montanari di Riccione presentato oggi in Municipio.
di    
lettura: 2 minuti
mer 15 giu 2011 16:46 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 8
Print Friendly, PDF & Email

I lavori, che saranno realizzati da Geat, rientrano nell’opera di riqualificazione che unirà le tre aree verdi comprese tra il Palazzo del Turismo, Piazzale Ceccarini e i Giardini Montanari.

La nota stampa

Presentato questa mattina in Municipio il progetto di ampliamento e re-styling dei Giardini Montanari di Riccione.
L’intervento, illustrato dal Sindaco prevede un ampliamento di 250 metri con la creazione di una “corona verde” composta da 50 nuovi alberi – ibiscus, melie e carpini piramidali – 1.000 arbusti (tassi, rosmarini, iperico e lavande), 8 nuove aree di sosta con panchine, il rifacimento della pavimentazione di accesso alla zona pedonale e dei marciapiedi e la riqualificazione della rotonda e delle aiuole.
I lavori, svolti da Geat con il coordinamento dello staff del Sindaco, fanno parte di un’azione di riqualificazione più ampia della zona centrale della città che unirà le tre aree verdi comprese tra il Palazzo del Turismo, Piazzale Ceccarini e, per l’appunto, i Giardini Montanari.
“E’ un intervento che accoglie e asseconda le necessità e le richieste degli operatori – ha spiegato il Sindaco Massimo Pironi – E’ un segno importante di una città sempre più orientata a favorire i pedoni, sia cittadini che turisti, e gli operatoria discapito delle auto che, a poco a poco, saranno sempre meno presenti nella zona centrale della città. Tutto in linea con quanto realizzato, il lungomare, e quanto sarà pronto a breve, la rotonda in Via Milano all’altezza del Grand Hotel.
“Per quanto riguarda il verde – prosegue Pironi – solo quest’anno Geat pianterà 150 nuovi alberi e, dopo l’estate, interverremo sui giardini del Palazzo del Turismo rendendoli più accessibili ed integrandoli con il le aree verdi limitrofe fino ai Giardini Montanari. Si tratta di tutti interventi a basso costo ma di forte riqualificazione di un area, in attesa di poter partire con interventi più massicci bloccati dal patto di stabilità”.

(nella foto il progetto della nuova cintura verde)

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna