domenica 20 gennaio 2019
In foto: Continuano con cadenza ormai quotidiana i controlli e sequestri contro l'abusivismo commerciale sulla spiaggia riminese. Ma a tenere banco è ancora il momento di tensione di due settimane fa: www.latvdellaliberta.it
di    
lettura: 1 minuto
gio 19 lug 2007 19:19 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

quando un centinaio di abusivi si raggruppò a Miramare per far fronte a un controllo delle forze dell’ordine.
Un episodio che la Tv della Libertà, la nuova emittente televisiva nata dai Circoli delle Libertà di Forza Italia, ha ripreso dal proprio angolo di lettura.
La notizia del “fronte contro fronte” é finita sulla ribalta nazionale, anche se con versioni contrastanti. Dopo il reportage della Stampa, delle cui forzature vi abbiamo riferito nei giorni scorsi, l’inviato della Tv azzurra è andato sul posto. Per raccogliere, soprattutto, le lamentele di operatori e turisti.
Dal servizio (il titolo é “Anche il vu cumprà rincara”) emerge una critica a come viene malgestita l’immigrazione, a Rimini ma anche in tutta Italia. Sull’abusivismo, però, non manca un accenno alle responsabilità dei turisti: “Se posso spendere meno, vado dove spendo meno”, ammette una signora.
“Abusivi e pattuglie si sono fronteggiati, ma per fortuna non é successo niente. Sarà così anchele prossime volte?”, conclude il racconto dell’inviato. Uno scenario che non è una gran bella cartolina per Rimini.
A lasciare perplessi, però, è soprattutto la chiusura del reportage. L’inviato, sotto il cartello del bollino blu al confine tra Rimini e Riccione (“dove il nero non c’é”), paragona gli immigrati paragonati ai tubi di scarico.

Altre notizie
di Redazione
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna