19 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

IV Congresso Pdci. Perplessità di Diliberto sul costituendo P.D.

PoliticaRimini

27 aprile 2007, 17:59

in foto: Fiducia al Governo Prodi ma perplessità sul partito democratico. Si è aperto oggi al palacongressi di Rimini il quarto Congresso dei Comunisti Italiani. Dal palco il segretario Diliberto rilancia l'ippotesi di una confederazione a sinistra.

Il quarto congresso del Partito dei Comunisti Italiani si apre con l’inno d’Italia, con l’intera assise in piedi, compresi gli ospiti d’onore: il premier Romano Prodi, il vice Francesco Rutelli, ed il presidente della Camera Fausto Bertinotti e prosegue sulle note dell’Internazionale. È invece la relazione del segretario Olivero Diliberto ad aprire gli interventi ricordando subito che la data scelta per il congresso non è casuale visto che segue i congressi di Ds e Margherita che hanno segnato una svolta nel panorama poitico italiano. Il riferimento è al costituendo Partito Democratico.
“I Democratici di sinistra hanno tenuto il loro congresso. Vi ho assistito e l’ho seguito con rispetto, ma non ho nascosto la mia tristezza”. Ha detto Diliberto. “Si tratterà – ha proseguito – di un partito di centro-sinistra che guarda al centro, ribaltando il vecchio assunto della Democrazia cristiana. La deriva, anche al di là della volontà dei singoli e della enorme buona fede dei militanti – carne della nostra carne – sarà inevitabilmente moderata”.

Il segretario dal palco torna a rilanciare la confederazione di tutte le forze della sinistra italiana. “Dobbiamo ripartire per cimentarci in una strada di unità – ha detto – “Riproponiamo ai soggetti della sinistra, non solo ai partiti ma anche alle associazioni, alle organizzazioni dei lavoratori, ai giornali della sinistra, alle singole personalità, a tutti insomma, riproponiamo di iniziare finalmente a parlarci e a ragionare non più sul se, ma sul come procedere sulla strada dell’unità”.

Positiva, in proposito, la risposta del premier Romano Prodi che, nel corso del suo intervento ha detto: “Caro Oliviero, non posso che essere contento di questo sforzo di costruire l’unità della sinistra purché proseguiamo insieme per fare fronte comune rispetto a una destra ottusa”. Per Prodi la destra è ottusa ma anche “senza aperture sociali, culturali, quelle che il nostro governo ha saputo portare avanti, anche se con fatica in questo primo anno”. Infine così il premier sul PD: “Il Partito democratico sarà orgogliosamente di centrosinistra e anche chi non ha condiviso questo percorso credo potrà ritrovarsi insieme più avanti”.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454