giovedì 24 gennaio 2019
In foto: Un caso ancora in attesa di giudizio. Sempre che a l giudizio si arrivi. Federconsumatori Rimini, punto di riferimento nazionale per i consumatori truffati, ha fatto il punto della situazione.
di    
lettura: 1 minuto
sab 5 nov 2005 10:16 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sono oltre 500 i consumatori ed i piccoli imprenditori (300 quelli riminesi) che si sono rivolti alla Federconsumatori Rimini per vedere tutelati i propri diritti nei confronti della società Tucker. L’accusa mossa oltre due anni fa al titolare Mirco Eusebi é quella di associazione a delinquere finalizzata alla truffa ed alla violenza privata.
Le risposte sul caso sembrano però ancora lontane. Il reato è stato infatti risalire all’agosto 2000, e il termine di prescrizione scade a febbraio 2008. E di lavoro da fare ce n’é ancora molto: c’é stato sì il rinvio a giudizio, ma ora occorre aspettare tutta la trafila delle udienze preliminari.
Sotto accusa in particolare il sistema di vendita basato sulla struttura gerarchica del multilevel marketing. E qui, un risultato c’é già stato: grazie alla legge promossa dal parlamentare riminese Mauro Bulgarelli, quel tipo di vendita é proibito.

Notizie correlate
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna