giovedì 22 agosto 2019
menu
In foto: Un’operazione che mira a sconfiggere il fenomeno dell’abusivo andando a colpire i primi anelli della catena del commercio e non solo i venditori di strada.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mer 5 nov 2003 13:06 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Gli uomini della Questura di Rimini hanno scoperto un negozio abusivo all’ingrosso che alimentava il mercato illegale riminese. Il materiale arrivava da Napoli, tramite una ditta di spedizioni e veniva portato in una garage preso in affitto sotto l’hotel Le Meridien.
Gli acquirenti, per lo più senegalesi ma anche italiani, arrivavano con il favore della notte e acquistavano dvd e cd in bella mostra su scaffali e cestoni. Le indagini degli agenti della Squadra Mobile e della divisione di Polizia amministrativa della Questura di Rimini hanno portato alla luce un grosso canale di distribuzione di merce contraffatta di provenienza partenopea, ma è solo il primo passo di un’indagine ad ampio raggio che mira ad individuare i produttori e i distributori all’ingrosso. In manette sono finiti due napoletani, Michele Alfano di 48 anni, residente a Rimini e Cosimo Nicoli, di 26 anni, con precedenti per reati contro la legge sul diritto d’autore. Ieri i due hanno patteggiato 8 mesi di reclusione e 1800 euro di multa il primo, 1.500 il secondo. Non è esclusa anche l’applicazione delle sanzioni amministrative, che prevedono multe di 103 euro per ogni cd abusivo. Nel magazzino-negozio, individuato dopo aver pedinato Alfano, sono stati sequestrati 6.000 cd audio e 2.000 dvd, per un valore commerciale di 45mila euro e 1.000 cd vergini pronti per essere masterizzati. Si parla di un traffico illecito da gennaio ad oggi per circa 1 milione di euro. Le indagini sono tutt’ora in corso.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna