mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: Un lettore ci segnala un approfondimento sul tema "Docenti di religione: istituzione del rapporto a tempo indeterminato", che pubblichiamo:
di    
lettura: 1 minuto
dom 24 feb 2002 08:37 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il Governo ha varato l’istituzione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato anche per i docenti di religione. Il provvedimento è stato approvato nella seduta del 14 febbraio 2002 e contiene importanti novità.
In primo luogo, l’istituzione di due distinti ruoli regionali del personale docente, articolati per ambiti territoriali corrispondenti alle diocesi, e corrispondenti ai cicli scolastici previsti dall’ordinamento. Il reclutamento avverrà tramite un concorso per titoli ed esami che verrà indetto, su base regionale, una volta ogni 3 anni.
La selezione sarà volta ad accertare la preparazione culturale generale e didattica come quadro di riferimento complessivo, e con esclusione dei contenuti specifici dell’insegnamento della religione cattolica. I docenti, una volta immessi in ruolo, saranno assoggettati alla disciplina fissata dal Testo unico delle leggi in materia d’istruzione e, per quanto riguarda il rapporto di lavoro, alle norme contrattuali. In ogni caso rimarrà ferma la facoltà del vescovo del luogo di attribuire o revocare in qualsiasi momento, l’idoneità all’insegnamento.
Il primo concorso per titoli ed esami, che sarà bandito quando il provvedimento diventerà legge, consisterà in una sola prova e sarà riservato agli insegnanti di religione che abbiano prestato servizio continuativo nell’insegnamento di questa materia per almeno quattro anni e per un orario non inferiore alla metà di quello d’obbligo anche in ordini e gradi scolastici diversi.

Per approfondimenti visitare il sito:

www.cittadinolex.kataweb.it/Article/0,1519,16926|730,00.html

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna