venerdì 22 febbraio 2019
In foto: Prosegue la rassegna Rimini al cinema, organizzata dalla Fondazione Fellini in collaborazione con la Cineteca di Rimini, il Circolo Cinematografico Hellzapoppin’ e il cinema Fulgor. Le proiezioni di domani con relative schede:
www.federicofellini.it
di    
lettura: 2 minuti
mer 20 feb 2002 18:23 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Alle ore 17.30, per I FILM DI FEDERICO FELLINI (e alle 8.30 del mattino per le scolaresche) LA VOCE DELLA LUNA; film del 1990 in cui Fellini dirige Benigni, Paolo Villaggio, Syusi Blady e Patrizio Roversi. Storia delicata e geniale di una coppia di gentili matti, Ivo Salvini (Roberto Benigni, convinto che in fondo ai pozzi di campagna esistano messaggi misteriosi) e Gonnella, paranoico prefetto in pensione che pensa di essere vittima di complotti. Ispirato al romanzo Il poema dei lunatici di Ermanno Cavazzoni (che con Fellini e Tonino Guerra ha sceneggiato il film) è una sorta di favola malinconica sulla volgarità insostenibile dei tempi e la necessità del silenzio.

Alle ore 20 per Percorsi d’autore: IL CINEMA AMERICANO INDIPENDENTE c’è Qualcosa di travolgente, film del 1986 che unisce Jonathan Demme alla regia (ancora lontano dalsuccesso planetario del Silenzio degli innocenti) e Melanie Griffith nel primo ruolo ci svampita sensualissima che tanta fortuna le porterà da lì in poi. Accanto a lei Jeff Daniels e Ray Liotta. Trascinato in una folle avventura dalla bella Lulu, Daniels, agente di cambio assai compassato, finisce nei guai: colonna sonora di David Byrne, John Cale e Laurie Anderson.

Alle 22, infine, una prima visione che grande interesse ha suscitato all’ultimo festival del cinema di Venezia, dove ha vinto il Gran Premio della Giuria contrariando il presidente Nanni Moretti: è CANICOLA dell’austriaco Ulrich Seidl (Hundstage): racconta sei storie disperate e frammentarie di desideri e delusioni dove le ore della giornata si susseguono, in un’atmosfera di straziante quotidianità, tra solitudini, violenza, sesso, logorroici silenzi e taciturni dialoghi. C’è il vecchio ingegnere che ha progettato di celebrare le ricorrenze delle sue nozze d’oro non con sua moglie, oramai defunta, ma con la grassa donna di servizio; c’è un’autostoppista pazza che provoca, senza peli sulla lingua, chiunque gli offra un passaggio, un rappresentante di sistemi d’allarme, che non riuscendo a scoprire l’autore degli atti vandalici compiuti ai danni delle automobili del quartiere trova in lei la vittima e innocente colpevole… e poi racconta le storie della bella ragazza picchiata dall’amante geloso, della coppia di separati in casa che vivono nel silenzio, ignorandosi e ciascuno aspettando che l’altro se ne vada e della maestra che si fa bella per il suo amante più giovane di vent’anni che arriva, per una serata a base di giochi, canzoni, sesso e violenza, con un suo amico. Uno zoo di individui qualunque persegue ignaro e pacifico una vita privata mostruosa. Con lo stile dei fumetti e l’inquadratura piatta delle cartoline, ritrae un’umanità senza felicità o infelicità, senza entusiasmo né gioia.

Per le proiezioni pomeridiane e serali i prezzi sono di 4.13 € (intero) e 3.10 € (ridotto).

Il cinema Fulgor è nel centro storico di Rimini, in corso d’Augusto 162.

Per informazioni Fondazione Fellini, via Oberdan 1, Rimini, tel. 0541-50303, fax 57378
email fondazione@federicofellini.it

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna