Indietro
mercoledì 24 aprile 2024
menu
investimento di oltre 2,6 milioni di euro

Strutture sportive a Rimini: quelle riqualificate e i progetti di prossima realizzazione

In foto: Il Palasport Flaminio
Il Palasport Flaminio
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 3 apr 2024 17:03 ~ ultimo agg. 4 apr 00:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono oltre 40 gli interventi manutentivi che hanno interessato in questi ultimi anni diverse palestre del territorio, restituendole alla comunità. Luoghi dedicati alle attività sportive recuperati da uno stato di degrado, oppure realizzati nuovi, come le palestre delle scuole Montessori e Ferrari. Palestre a cui si aggiungono anche le 20 aree sportive e ricreative per scuole primarie riqualificate come aree polifunzionali, sportive e di gioco per attività motorie all’aria aperta.
Luoghi per praticare lo sport, pertinenti alle scuole che – come gli impianti di quartiere – servono migliaia di cittadini, soprattutto i più giovani e svolgono un ruolo centrale nel progetto dell’Amministrazione, volto alla diffusione della cultura dello sport in Città.

Interventi che si sommano anche a tanti progetti di rifacimento dei campi di gioco, creazione o ristrutturazione degli spogliatoi, miglioramenti energetici o ripristino degli ambienti. Un investimento totale di oltre 2,6 milioni di euro, a cui si aggiungono quelli per la manutenzione ordinaria delle strutture. Impianti, che a partire dal 2015 (calcio Ina Casa, Rivazzurra, San Giuliano, Torre Pedrera, Viserba, Miramare, Vergiano e San Vito) sono stati tutti oggetto di opere di manutenzione straordinarie o di ampliamenti. Alla manutenzione straordinaria si aggiunge poi il piano degli investimenti annuali per la manutenzione ordinaria e la piena funzionalità degli impianti.

A questi poi si devono aggiungere le riqualificazioni e le nuove realizzazioni dei playground diffusi sul territorio. Spazi a libera fruizione, polivalenti, situati in luoghi identitari e storici dei quartieri riminesi come i campi da basket, calcetto e pallavolo, riqualificati a Corpolò, Viserba, Miramare, Stadio, Parco Marecchia, Quinto Peep, Celle, via Pomposa, via Bramante tratto ex Torre SIP e San Vito.

Rientrano, come noto, in questo ampio rinnovamento delle strutture sportive della città anche: il polo sportivo del Villaggio Primo Maggio; la Casa del volley, dotata di un campo da gioco omologato per la serie B1 e due campi affiancati trasversali omologati per la serie C; il Centro Sportivo di Rivabella, che ospita le discipline del rugby, del baseball e del tennis; i pattinodromi di Viserba e di Via Aleardi; lo Stadio del Baseball che ha visto l’adeguamento dei locali presenti sotto la tribuna, l’efficientamento energetico e il rifacimento della facciata storica dello stadio; lo Stadio Romeo Neri, dove si è eseguito un recupero delle piste di atletica, la realizzazione del campo in erba sintetica, la ristrutturazione della facciata storica e delle tribune; ed infine il Palasport Flaminio che ha visto il rinnovo degli spogliatoi e il rifacimento di tutta la struttura di gioco.

“Traguardi raggiunti che segnano una strada ben precisa – dichiara l’assessore allo sport Michele Lariuna direzione che l’Amministrazione comunale intende continuare a perseguire. Ritengo che le strutture sportive in genere rappresentino un punto di riferimento fondamentale per tutti i cittadini, soprattutto per i più giovani. Sostenere e incentivare politiche di sostegno all’edilizia sportiva è importante per restituire una prospettiva, non solo sul fronte del benessere e della salute, ma anche per esigenze sociali e di inclusione. In quest’ottica si inseriscono anche tutti i nuovi progetti in cantiere, come la realizzazione della nuova piscina comunale a Viserba, gli impianti per il centro sportivo dell’area Ghigi, la rifunzionalizzazione dello Stadium di Rimini, destinato a diventare la sede del centro federale di danza sportiva, la palestra che verrà realizzata nella scuola primaria Fai Bene in via Verenin e anche la progettazione per il nuovo polo sportivo, che comprenderà la nuova pista di atletica, palestre e strutture a servizio di tutto lo sport cittadino.”