Indietro
domenica 19 maggio 2024
menu
di Alice Babolin

A Villa Franceschi la mostra The Ballad of human mutations

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 12 apr 2024 16:05 ~ ultimo agg. 16:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

È stata inaugurata a Villa FranceschiThe Ballad of human mutations”, la mostra di Alice Babolin, in arte Aliteia, che in partnership con ACMT-Rete per la Malattia di Charcot-Marie-Tooth, porta nell’arte la più comune delle neuropatie ereditarie ma al contempo una patologia rara e poco conosciuta.

Presenti alla conferenza stampa di presentazione l’assessore al Bilancio del Comune di Riccione Alessandro Nicolardi, la presidente del Club Inner Wheel Riccione-Valconca Rosa dei Malatesta Laura Procopio, la curatrice della mostra Alisia Viola e l’artista Aliteia che, insieme ai rappresentanti dell’associazione ACMT Rete, hanno condotto il pubblico in una visita guidata nelle sale della villa. Alla conferenza hanno partecipato anche gli studenti di due classi di seconda del Liceo Artistico Volta-Fellini di Riccione che, ispirati da questo progetto, hanno prodotto alcune elaborazioni artistiche tra foto, sculture e grafiche sul tema dei “Corpi mutanti”, seguiti dai docenti Anna Pisani, Luigi Bonizzato, Annalisa Manfredi, grazie al coordinamento della professoressa Simona Andruccioli.

Siamo felici di vedere la partecipazione dei giovani in questo importante progetto che vuole essere un momento di riflessione e di divulgazione su una malattia così diffusa e ancora così poco conosciuta – ha dichiarato la presidente del Club Inner Wheel Riccione-Valconca Rosa dei Malatesta, Laura Procopio – Ringrazio il Comune di Riccione, il liceo Volta-Fellini e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto: Fim-Faos Industrie Meccaniche, Sol et Salus, Risorse SPA – Filiale di Rimini, ADP Food- L’angolo della piada, Essepi Plast”.

L’assessore Nicolardi ha portato i saluti dell’amministrazione comunale di Riccione: “Sono onorato di partecipare a questo importante momento insieme a così tanti giovani. Ringrazio il Club Inner Wheel Riccione-Valconca Rosa dei Malatesta per avere portato a Riccione questo progetto che parla di corpi ma anche di diversità. Un tema caro a tutti noi, poiché ciascuno ha la propria motivazione personale per essere diverso e unico. È giusto che questo importante tema arrivi alle nuove generazioni che in realtà pensano alla diversità in maniera più naturale degli adulti”.

Durante la conferenza stampa Filippo Genovese, referente scientifico di Acmt-Rete e la dottoressa Chiara Rambelli della clinica Sol et Salus di Rimini hanno parlato della malattia e delle terapie oggi in atto. “Il messaggio che porta la mostra è molto importante perché in un’epoca in cui i social e in genere la comunicazione ci impone un canone estetico preciso per rappresentare ciò che non si è, sentirsi liberi di essere se stessi è valore straordinario” ha sottolineato Genovese.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 19 aprile a ingresso libero e ha già all’attivo un ricco calendario di visite dedicate alle scuole secondarie di secondo grado del territorio. Nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 12 aprile, alle ore 18 l’appuntamento sarà con l’evento di vernissage con la musica di gruppo riccionese “The Blue Trio”. L’inaugurazione sarà anticipata alle ore 15 all’Auditorium del Liceo Volta-Fellini dalla conferenza della professoressa Franca Fabbri dell’Accademia delle Belle Arti di Rimini sul tema dei corpi mutanti nell’arte. La conferenza sarà riproposta venerdì 19 aprile in occasione del finissage della mostra.

 La mostra resta aperta dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13. Venerdì, sabato e domenica dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19. Ingresso libero.