Indietro
sabato 24 febbraio 2024
menu
Calcio Serie C

Vis Pesaro-Rimini, la vigilia di Emanuele Troise

In foto: Emanuele Troise, allenatore del Rimini F.C.
Emanuele Troise, allenatore del Rimini F.C.
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 2 dic 2023 14:20 ~ ultimo agg. 3 dic 16:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Galvanizzato dalla vittoria nel derby di Coppa Italia con il Cesena, che ha allungato a otto la sua striscia positiva, il Rimini si prepara ad un altro match particolarmente sentito dai tifosi: il derby non derby con la Vis Pesaro. Partita particolarmente importante, classifica alla mano, perché i marchigiani sono quintultimi (quindi in zona play out) con 15 punti, mentre i romagnoli sono a quota 18. I pesaresi nell’ultimo turno, grazie al blitz per 2-1 sul campo della Lucchese, hanno ritrovato una vittoria che mancava dal 22 ottobre, quando superarono la Recanatese (1-0). A quel successo hanno fatto seguito tre pareggi, due sconfitte ravvicinate a Cesena, tra Coppa Italia e campionato, e un altro K.O. con l’altra capolista, la Torres. Prima, come detto, di ritrovare i tre punti con i toscani.

Si gioca allo stadio “Benelli” di Pesaro domenica sera alle 20:45.

“Un altro derby. Un derby molto importante, molto bello – attacca alla vigilia l’allenatore del Rimini F.C., Emanuele Troise –, considerando i tifosi che verranno (esauriti i 588 tagliandi messi a disposizione dei tifosi riminesi, ndr), considerando quanto annunciato dal loro allenatore su quanto tengono a questo derby, e quindi dobbiamo sfruttare la partita di martedì per rimanere sintonizzati su quella che è l’importanza per l’ambiente, dobbiamo rimanere sintonizzati sul fatto che sotto l’aspetto emozionale sarà una partita complicata, dobbiamo rimanere sintonizzati sul fatto che ci sono punti in palio importanti. Dobbiamo sfruttare quell’entusiasmo, che però non deve sfociare poi in troppa autostima. Dobbiamo essere bravi a dosare quella che è stata la partita di martedì, considerando che è un altro avversario, considerando che sarà un’altra partita dal punto di vista tattico, considerando che abbiamo speso tanto, e quindi dovremo essere bravi a gestire tanti aspetti che potrebbero determinare poi un risultato per noi molto importante perché vogliano dare continuità a quello che è stato l’ultimo periodo”.

Vis Pesaro-Rimini, la vigilia di Emanuele Troise

Il Rimini in effetti sta vivendo un ottimo momento, mentre la Vis Pesaro con la vittoria di Lucca ha interrotto un momento no, fatto di sei partite senza vittorie. “Però resta il risultato positivo che hanno fatto a Lucca, resta il fatto che secondo me nei valori è una squadra molto competitiva, lo dice la classifica, classifica che è comunque corta. Poi, analizzando tutte le gare che hanno giocato, è una squadra che ha diversi contenuti di aggressività, giocatori, vedi Di Paola, Tonucci, di esperienza, un allenatore che è esperto nella categoria. Quindi la dobbiamo rispettare”.

Considera questa partita uno scontro salvezza? “Assolutamente sì. Ho detto ai ragazzi che secondo me sarà, passatemi il concetto, una partita di categoria, di categoria in tutti i sensi perché vedendo anche un po’ la proposta loro di quello che può essere dal punto di vista emotivo il derby, di quella che può essere la posta in palio, potrebbe essere una partita inizialmente anche molto sporca, molto aggressiva. Quindi dobbiamo essere bravi a farci trovare pronti. Per il discorso della classifica in questo momento noi dobbiamo essere bravi a rimanere con i piedi per terra, dobbiamo essere bravi a considerare che è un tour de force che è cominciato contro la Fermana. Quindi questa capacità che stiamo avendo e che abbiamo avuto la dobbiamo portare anche domani in campo”.

I giocatori impiegati nel derby potrebbero essere stanchi? “Inizialmente non dobbiamo commettere questo errore perché abbiamo avuto possibilità di recuperare. Abbiamo avuto i primi due giorni dopo il derby anche per goderci quella che è stata una bella serata. Ho la rosa che mi può dare invece la possibilità sulla distanza di mantenere lo stesso livello perché martedì abbiamo visto Rosini, lo stesso Stanga, Delcarro dal primo minuto, Marchesi recuperato. Ubaldi ha fatto un’ottima partita. Ci sono tante alternative, anche in corso d’opera, anche per cercare di mantenere quel livello in una gara che secondo me per tutti i 95 minuti sarà agguerrita”.

Tre gli assenti. “Capanni non lo recuperiamo, così come Tofanari e Bouabre”.

Ha già deciso l’undici iniziale? “Qualche ballottaggio è giusto che ci sia, considerando quanto abbiamo speso martedì. Poi c’è anche una questione di equilibrio: potremmo decidere di partire con un centrocampista in più piuttosto che rimanere con lo stesso assetto, oppure con Iacoponi che ti dà quella possibilità di variare anche a seconda di quelle che saranno le scelte dell’avversario, perché è un avversario che ha mantenuto costante l’impianto di gioco fino alla partita contro la Lucchese, e poi solo nell’ultima ha cambiato. E poi c’è anche un discorso, ripeto, di dispendio di energie rispetto a martedì sera che mi fa valutare qualche ballottaggio a centrocampo piuttosto che davanti perché Cernigoi ha fatto le due partite, Morra non ha giocato, e quindi è l’attaccante più riposato. Possiamo contare un po’ su tutti. Lo stesso Marchesi in mezzo al campo ha disputato un’ottima settimana, è a pieno regime anche Delcarro”.


LA 16a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C GIRONE B E LA CLASSIFICA