Indietro
giovedì 22 febbraio 2024
menu
FSGC

Coppa Titano BKN301: nessuna rimonta nel ritorno dei Quarti

In foto: ©FSGC
©FSGC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
gio 7 dic 2023 19:06 ~ ultimo agg. 19:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Non sembra conoscere ostacoli la Virtus che ieri sera ha confezionato l’ennesima vittoria stagionale. Nella sfida di ritorno dei Quarti di finale di Coppa Titano BKN301 con il Domagnano, i ragazzi di Bizzotto – nonché detentori del trofeo – passano con un gol per tempo e avanzano così alla semifinale. A Domagnano si ripartiva dal 2-1 dei Neroverdi maturato all’andata ma alla mezz’ora i piani della squadra di Acquaviva sembrano complicarsi. Accade infatti che al 34’ viene espulso Michele Rinaldi, lasciando i suoi in dieci. Ma la Virtus non si spaventa e anzi reagisce al meglio. Sul finale di tempo infatti Tortori accelera e entra in area, Baffoni va a duello con l’attaccante neroverde che poi cade dopo un contatto. Zani indica il dischetto, lo stesso Tortori si incarica della battuta e trafigge Lorenzo Batori per il vantaggio. Nonostante l’uomo in più però il Domagnano non riesce a mettere in difficoltà Passaniti e i suoi che al 81’ la chiudono definitivamente. Il raddoppio infatti è a firma di Simone Benincasa che recupera e punta la porta, arrivato al limite opta per un sinistro chirurgico che batte Batori per il 2-0. Il Domagnano tenta poco dopo con il buon colpo di testa di Donati a fare male alla retroguardia neroverde senza però trovare fortuna. Poi non c’è più tempo e la Virtus può festeggiare vittoria (sono quattordici di fila considerando campionato, coppa e supercoppa) e qualificazione alla semifinale.

Ad affrontare i campioni in carica della Virtus nella parte alta del tabellone ci sarà il Tre Fiori. La squadra di De Falco ad Acquaviva non va oltre lo 0-0 con la Folgore ma tanto basta ai Gialloblu – forti del successo firmato Eric Fedeli maturato all’andata. La sfida però è frizzante e ci sono occasioni da ambo le parti. In avvio è Cateni che va vicino al vantaggio della squadra di Falciano poi Venturini chiude benissimo sul tentativo di Fedeli. Alla mezz’ora Iuliani tenta la gran giocata con la botta da fuori ma il tiro non sorride a Lasagni e soci. Ad inizio ripresa è sempre Venturini a mantenere i suoi in gioco con la buona respinta su tiro di Ciccione. I minuti passano ed il gol non arriva. Nel recupero la Folgore reclama anche un calcio di rigore per un presunto tocco di mano di Tomassoni ma il direttore di gara lascia giocare. La squadra di Falciano tenta fino all’ultimo ma Nardi e i suoi chiudono bene sino al triplice fischio che qualifica la squadra di De Falco al prossimo turno.

Scorpacciate di gol nella parte bassa del tabellone dove Tre Penne e La Fiorita si incroceranno nell’altra semifinale. A Montecchio il derby della funivia ripartiva dal 3-1 per il club di Città e nel ritorno di ieri sera i Biancoazzurri con ben cinque reti hanno avuto nuovamente ragione sui rivali granata. La squadra di Ceci sistema subito la pratica nel primo quarto d’ora. Dopo neanche tre minuti è Pieri che gonfia la rete da due passi dopo il suggerimento preciso dalla destra di Nigretti. Il raddoppio è al sesto ed è siglato da Marcello Scarponi che ribadisce in rete la respinta di Battistini su tiro-cross di Ceccaroli. Al quarto d’ora è di nuovo Scarponi a finire sul taccuino dell’arbitro alla voce “marcatori”: lancio lungo e preciso di Nigretti che pesca ottimamente l’esterno biancoazzurro che una volta entrato in area con l’esterno destro batte nuovamente Battistini. La Libertas prova a scuotersi e riesce poco prima della mezz’ora ad accorciare su rigore con Sapori. Nel secondo tempo però la banda di Ceci riprende il suo spartito e passa altre due volte. Il poker arriva poco dopo l’ora di gioco con il gran servizio di Gai in area per Ceccaroli che fredda Battistini. Piove sul bagnato per la Libertas, decimata anche dalle assenze. Sperindio prova addirittura ad inserire Elia Benedettini come attaccante ma il portiere della Nazionale non può nulla con la difesa organizzata guidata da Migani. Nel finale (88’) ecco anche la quinta rete con il subentrato Malvin Zeka, che con un preciso mancino – dopo il suggerimento in contropiede di Luca Cecchetti – batte Battistini.

Non è da meno dal punto di vista realizzativo anche La Fiorita che con altre quattro reti elimina il Fiorentino. Al Federico Crescentini si partiva dal vantaggio di misura (2-1) per la squadra di Manfredini che sblocca l’incontro poco dopo la mezz’ora con Mazzotti. Il centrale gialloblu si allunga al meglio sulla punizione di Amati e timbra l’1-0. Raddoppio-lampo e quasi in fotocopia per La Fiorita che al 35’ va a segno con Fatica su altro calcio di punizione – e nuovo assist – di Amati per la testa del centrale. Il tris gialloblu arriva ad inizio ripresa e nuovamente su palla inattiva. Il club di Montegiardino sfrutta infatti al meglio i calci di punizione di un ispiratissimo Armando Amati, che sembra avere un conto in sospeso con il Fiorentino. Per il centrocampista gialloblu infatti sono tre gol e tre assist nei precedenti stagionali contro i Rossoblu. Al 52’ infatti pennella l’ennesima punizione per la testa di Mazzotti, anche lui in serata di grazia. Non poteva mancare Emiliano Olcese nel tabellino dei Gialloblu: al 65’ bissa il rigore dell’andata e cala il poker per i suoi. Dopo il mancato 5-0 con la traversa colpita da Semprini, il Fiorentino sigla il gol della bandiera che rende meno amara la sconfitta: è Niang che pescato ottimamente da Gueye batte in uscita Neri al minuto 82. Rete indolore per La Fiorita che strappa il pass per la semifinale dove incontrerà il Tre Penne.

Questo il quadro completo del ritorno dei Quarti di finale di Coppa Titano BKN301 2023-24:

FSGC | Ufficio Stampa