Indietro
sabato 2 marzo 2024
menu
Basket Serie A2

Alla scoperta della UCC Assigeco Piacenza, avversaria domenica di RBR

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 1 dic 2023 19:44 ~ ultimo agg. 2 dic 16:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Girata la boa, con il 12° turno scatta il girone di ritorno della serie A2 Old Wild West. La Rivierabanca Rimini domenica (3 dicembre), alle 18, ospita tra le mura amiche del Flaminio l’Assigeco Piacenza. Fin qui gli emiliani sono reduci da un bilancio di 5 vittorie e 6 sconfitte, nell’ultimo turno hanno superato Orzinuovi con il risultato di 57-54. All’andata Rimini fu sempre costretta a inseguire, con Piacenza che si impose 86-78 grazie a ottime statistiche al tiro, sorrette soprattutto da Veronesi (21 punti, 5/8 da tre) e da Serpilli (15 punti). All’Rbr non furono sufficienti i 20 punti di Justin Johnson.

Durante il girone di andata l’Assigeco ha dimostrato di essere una squadra che segna tanto e tira bene: secondo miglior attacco del girone con 80,7 punti di media, prima per tiro da due punti (58%) e quarta per tiro da tre (34%). Anche a livello di statistiche individuali ci sono dei dati interessanti. Gherardo Sabatini è il miglior assistman del torneo con 7,3 assist a partita, Brady Skeens miglior tiratore da due punti con 74,3% e tra i più produttivi a rimbalzo (8,2) A livello di punti segnati il migliore di Piacenza è Malcolm Miller con 16,4 di media, bene anche Giovanni Veronesi a 13,9 di media. Gli emiliani sono nuovi arrivati nel girone, ma la squadra è consolidata in serie A2: reduce dalla disputa di due playoff consecutivi. Il roster allenato da coach Stefano Salieri è di qualità: parte con la grande atipicità di avere entrambi gli stranieri nel ruolo di lunghi

In cabina di regia play titolare Gherardo Sabatini, uno dei migliori interpreti del ruolo per quanto riguarda la serie A2. Fa della rapidità e della capacità di passaggio i suoi punti di forza. Molto pericoloso in transizione e nel gioco in penetrazione dove può sia realizzare sia creare tiri aperti per i compagni. Cambio del playmaker è Filippo Gallo, classe 2004, un playmaker di 194 centimetri, di scuola Vanoli Cremona. Nonostante la giovane età ha già dimostrato ottime capacità realizzative, soprattutto nel tiro da tre punti, ma anche una buona abilità nel guidare la squadra nel ruolo di regista.

Nel quintetto titolare il ruolo di guardia dovrebbe essere ricoperto da Lorenzo Querci, con al suo fianco da ala piccola Giovanni Veronesi. In questo caso si tratta di due esterni estremamente fisici, di grande energia, con spiccate capacità nel tiro da tre punti. Per cui Rimini dovrà farsi trovare pronta nel limitare la loro abilità balistica. Dalla panchina Federico Bonacini, che viene da un campionato molto interessante giocato con la maglia di Ravenna, dove ha dimostrato di avere un ottimo impatto a rimbalzo, nel rubare palloni e nel correre in contropiede, senza disdegnare il tiro da fuori. Il sesto estero in questa lista è Niccolò Filoni: è un ragazzo che ha dimostrato un impatto difensivo clamoroso nelle stagioni affrontate a Ferrara, ha assaggiato la serie A con Tortona e torna in A2 in una squadra che per la ricchezza del roster disputerà un campionato di alto profilo.

Nel ruolo di quattro titolare Malcolm Miller, vanta trascorsi in Nba, giocatore che non necessita di grandi presentazioni: atleta molto tecnico, una bocca di fuoco importante al tiro da fuori, ma che ha abilità e destrezza simili a quelle di un esterno: sarà importante per Rimini reggere e limitarne la libertà di iniziativa soprattutto nelle fasi di transizione e di penetra e scarica. Il cambio del quattro è Michele Serpilli, lo scorso anno a Chieti, altro giocatore che tira molto da tre. A occupare la casella di cinque titolare Brady William Skeens, confermato dopo l’eccellente stagione scorsa, nella quale ha finito in doppia-doppia in ben tredici occasioni. Si tratta di un lungo dinamico, molto bravo nei giochi a due con Sabatini, non solo realizzatore ma anche capace di passare la palla nelle situazioni di traffico e anche bravo a giocare con i compagni in un contesto di alto livello. Super rimbalzista d’attacco. Cambio del cinque l’ex Rivierabanca Ursulo D’Almeida, giocatore di energia e di tiro dalla media distanza. Che non ha certo bisogno di presentazioni, visto il recente passato con la maglia biancorossa.

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini