Indietro
venerdì 14 giugno 2024
menu
Dal 2 al 10 settembre

"Renzo Pasolini e… i cinquant’anni d'oro del motociclismo italiano", una mostra a Rimini

In foto: Rastelli, Zannoni, De Angelis, Casadio e Ferrari
Rastelli, Zannoni, De Angelis, Casadio e Ferrari
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 10 ago 2023 13:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Pasolini è il “nonno” ideale di Enea Bastianini e Marco Bezzecchi: uno dei primi cavalieri meccanici a fare sognare schiere di appassionati ed a diffondere il “verbo” de “È mutor”. Nel 2023 il motoclub riminese dedicato al popolare pilota vuole ricordare i 50 anni dal drammatico incidente di Monza dove il campione perse la vita assieme a Jarno Saarinen, altro grandissimo campione. Il “Nuovo Motoclub Renzo Pasolini” di Rimini vuole ricordarlo raccontando tutto il contenuto della sua eredità umana e sportiva, con una mostra di motociclette da corsa d’epoca e cimeli, che andrà in scena dal 2 al 10 settembre.

Con la consolidata collaborazione tra Motoclub e Comune di Rimini ed inserito nel quadro delle iniziative legate alla tappa MotoGP del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, il sodalizio guidato da Sergio Rastelli realizzerà, nella palazzina Roma, nell’area Piazzale Fellini e Grand’Hotel di Rimini, un’esposizione a testimonianza di come il motociclismo italiano si sia evoluto da quel lontano 1973 ad oggi.

Verranno raccontati decine di campioni del mondo, case costruttrici e team, per comprendere come: il mondo del motorsport parla italiano e più precisamente il dialetto romagnolo.

“Il fenomeno motociclistico Italiano/romagnolo è talmente vasto – spiega lo stesso Rastelliche sarebbe impossibile realizzare una opera omnia, tuttavia abbiamo voluto ricordare, con il contributo di tutti gli amici, delle istituzioni, delle case costruttrici, dei collezionisti ecc. alcuni spezzoni di questi 50 anni, collegandoli al momento in cui tutto ebbe origine. Renzo Pasolini, il “Paso”, ha rappresentato lo spirito del motociclismo romagnolo, esportandolo in tutto il mondo, un cuore che lo ha spinto ad essere: meccanico, collaudatore, pilota capace di sfidare e battere i più grandi campioni mondiali… questo spirito è ancora vivissimo nel nostro territorio che continua a “sfornare” piloti e campioni, due tra tutti Enea Bastianini e Marco Bezzecchi attuali protagonisti del campionato MotoGP”.

Nell’iconica sede, messa a disposizione dal Comune di Rimini a pochi metri da dove le moto sfrecciavano sull’asfalto della rotonda del lungomare di Rimini, partecipando alle mitiche gare della Mototemporada Romagnola, verranno esposte alcune delle più importanti motociclette da gran premio dagli anni settanta ad oggi, consentendo di toccare con mano anche i progressi tecnologici e le novità introdotte, frutto degli investimenti realizzati dalle case costruttrici negli ultimi 50 anni.

“Nulla è più come allora – sorride Rastelli, solo una cosa è rimasta inalterata: la passione e la determinazione con cui questi ragazzi si sfidano con manetta del gas e frenate da brivido!”.

Ricordiamo che il Nuovo Motoclub Renzo Pasolini aveva già anticipato questo evento in un incontro andato in scena nella terrazza del Misano World Circuit “Marco Simoncelli” durante la racing night del Campionato Italiano Velocità alla presenza di tanti ospiti e di alcuni campioni del calibro di: Eugenio Lazzarini, Manuel Poggiali, Matteo Ferrari, affiancati da Mattia Pasini, Alex De Angelis, Niccolò Antonelli, Mattia Casadei, Kevin Zannoni, Roberta Porziani e di Massimo Roccoli, presentati dallo speaker Boris Casadio e dallo stesso Rastelli. Roccoli, oltre ad essere pluricampione civ e consigliere del “Pasolini”, ha celebrato il momento, scendendo in pista e regalando un fantastico 2° posto nella gara della Supersport Next Generation.