Indietro
mercoledì 12 giugno 2024
menu
Al Queen's Club Cattolica

Galimberti Tennis Academy Open: Serafini, Ocleppo, Dalla Valle e Ruggeri ai quarti

In foto: Dalla Valle
Dalla Valle
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
gio 22 giu 2023 08:55 ~ ultimo agg. 12:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono quattro i giocatori italiani nei quarti di finale del “Galimberti Tennis Academy Open”, torneo ITF Future maschile con montepremi di 25.000 dollari che entra sempre più nel vivo sui campi in terra del Queen’s Club di Cattolica.

Il primo in ordine di tempo a guadagnarsi un posto tra i migliori otto del torneo – primo appuntamento internazionale nella storia della “Regina dell’Adriatico” – è stato Julian Ocleppo (dopo il successo nel 25.000 dollari di Frascati dieci giorni fa risalito al n.465 del ranking mondiale, dove è stato n.309 nel 2020 prima di una serie problemi al polso che ne hanno condizionato il rendimento), sesto favorito del seeding, che negli ottavi ha sconfitto il tedesco Leopold Zima soffrendo solo nel primo parziale. Il 25enne piemontese “figlio d’arte” giovedì sfiderà, con in palio l’ingresso alle semifinali, il 19enne peruviano Gonzalo Bueno (n.404 Atp), prima testa di serie, che ha sbarrato la strada ad Andrea Picchione, uno degli allievi della Galimberti Tennis Academy, sicuramente provato dalle tre ore e 34 minuti di lotta martedì per rimontare il tedesco Jakob Schnaitter.

A tenere alta la bandiera dei giocatori che fanno base nel nuovo centro sportivo di Cattolica, seguiti dallo staff tecnico guidato da Giorgio Galimberti (l’ex davisman azzurro ricopre il ruolo di direttore del torneo accanto al supervisor ITF Guido Pezzella), sta pensando comunque Enrico Dalla Valle. Il 25enne di Ravenna (n.540 Atp), intenzionato a risalire la china in classifica e lasciarsi alle spalle un paio d’anni di infortuni e malanni fisici, dopo essere uscito positivamente dal derby romagnolo maratona martedì a tarda sera con il riminese Manuel Mazza, ha concesso appena tre game al 19enne mancino siciliano Gabriele Piraino (n.485 Atp), quinta forza del tabellone e uno dei Next Gen azzurri più interessanti. “Non è mai facile affrontare Piraino, ragazzo dotato tecnicamente e in grande crescita, però oggi bisogna riconoscere che non era in grande giornata e io mi sono fatto trovare pronto – il commento di Enrico – senza risentire delle fatiche di martedì sera. Anche perché fin qui anche quest’anno non ho giocato molto e quindi fisicamente mi sento bene, spero quindi di continuare la mia avventura qui, dove gioco davanti a tante persone che mi vogliono bene e mi sostengono in ogni partita”.

Dalla Valle nel quarto della parte bassa del tabellone dovrà vedersela con lo spagnolo Carlos Lopez Montagud (n.417 Atp), secondo favorito del seeding e nel 2022 capace di conquistare cinque titoli in questo circuito: il 22enne di Algemesi, che ricorda nel gioco il più noto connazionale Pablo Carreno Busta, dopo aver sofferto nel primo set il tennis brillante di Luca Tomasetto è venuto fuori alla distanza imponendosi al terzo.

Prosegue il cammino anche di Marcello Serafini (538 Atp), ottava testa di serie, che ha inanellato la settima vittoria di fila (domenica si è aggiudicato il titolo nel 15.000 dollari di Chieti) regolando con un periodico 7-5 il comasco Carlo Alberto Fossati. Il 20enne di Riccione avrà ora un esame di quelli impegnativo visto che dall’altra parte della rete trova il 34enne mancino brasiliano Daniel Dutra da Silva (n.420 Atp, con in bacheca qualcosa come 25 trofei ITF), terza testa di serie, che contro il siciliano Pietro Marino ha dominato il primo set e poi nel secondo ha fatto valere tutta la sua esperienza ritrovando solidità per recuperare dall’1-4 con una striscia di cinque game consecutivi.

Capolinea al 2° turno anche per il marchigiano Tommaso Compagnucci, n.7 del seeding, stoppato in due set dal russo Kirill Kivattsev (in gara senza riferimenti al suo Paese o alla bandiera), già vincitore al debutto nell’ultimo match di martedì sul riccionese Alessandro Pecci. Proprio Kivattsev sarà l’avversario del quarto italiano protagonista dei quarti: Samuel Vincent Ruggeri (n.4 del tabellone), che avuto la meglio per 62 62 su Daniel Bagnolini nell’ultimo match serale.

Giovedì, dal primo pomeriggio, si disputano i quarti di finale del singolare e le semifinali del doppio.

RISULTATI
Singolare, ottavi di finale: Gonzalo Bueno (Per, n.1) b. Andrea Picchione (Ita) 64 62, Julian Ocleppo (Ita, n.6) b. Leopold Zima (Ger) 76(4) 60, Kirill Kivattsev b. Tommaso Compagnucci (Ita, n.7) 63 64, Marcello Serafini (Ita, n.8) b. Carlo Alberto Fossati (Ita) 75 75, Daniel Dutra Da Silva (Bra, n.3) b. Pietro Marino (Ita) 61 64, Enrico Dalla Valle (Ita) b. Gabriele Piraino (Ita, n.5) 63 60, Carlos Lopez Montagud (Spa, n.2) b. Luca Tomasetto (Ita) 46 61 64.