Indietro
venerdì 12 aprile 2024
menu
CONI Emilia-Romagna

Il 27 e 28 maggio in piazzale Boscovich la 2a edizione di "Adriatico, sull'onda dello sport"

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
lun 22 mag 2023 17:41 ~ ultimo agg. 23 mag 01:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Presso il Club Nautico Rimini è stata presentata la seconda edizione di “Adriatico, sull’onda dello sport”, manifestazione organizzata dal CONI dell’Emilia-Romagna che si svolgerà sabato 27 e domenica 28 maggio dalle 9.00 alle 18.30 in Piazzale Boscovich a Rimini e sul litorale adiacente. Per due giorni, anticipando la giornata nazionale dello sport che si celebrerà domenica 4 giugno, le sette federazioni sportive legate al mondo dell’acqua e quattro federazioni che svolgono la loro attività anche sulla spiaggia, incontreranno i giovani e i meno giovani consentendo loro di fare esperienze dirette e gratuite.

Le giornate, organizzate con la collaborazione tecnica del Club Nautico Rimini, gode del patrocinio del Comune di Rimini, dell’Ufficio Scolastico Regionale, del Panathlon di Rimini e del Servizio Sanitario Regionale dell’Emilia Romagna. La due giorni sportiva, a cui saranno presenti 400 studenti provenienti da Rimini e provincia, prenderà il via con il taglio del nastro. Saranno presenti autorità civili e militari e parteciperà alla cerimonia anche il Vescovo di Rimini mons. Nicolò Anselmi.

Sarà l’occasione per conoscere meglio e provare gratuitamente numerose discipline dell’acqua (vela, canoa, canottaggio, pesca sportiva, motonautica, sci nautico e nuoto salvamento), e applaudire spettacolari dimostrazioni di campioni e istruttori. La novità di quest’anno sarà la presenza del beach tennis, beach rugby, beach handball e ultimate frisbee, sport largamente praticato proprio nei nostri lidi.

Il 27 e 28 maggio in piazzale Boscovich la 2a edizione di “Adriatico, sull’onda dello sport”

Per gli sport dell’acqua ecco cosa propongono le sette discipline:
CANOA KAYAK – Sulla spiaggia saranno posizionate alcune imbarcazioni e verrà spiegato ai ragazzi il loro funzionamento con un mini corso a secco e con alcune esibizioni in mare. Nel pomeriggio sarà possibile provare anche in acqua le imbarcazioni.
MOTONAUTICA – I bambini potranno salire su gommoni presenti sulla spiaggia mentre alcuni istruttori si esibiranno in mare.
CANOTTAGGIO – Sarà presente la Canottieri Ravenna 1873 con vogatori da far provare a tutti gli utenti.

FIPSAS (Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee) – Metterà a disposizione quattro aree nelle quali sarà possibile provare diverse tecniche di pesca: il lancio tecnico, il laboratorio di pesca magnetica, la pesca simulata e la pesca sportiva roubasienne (una canna lunga 12 metri).

FIN (Federazione nuoto) – Svolgerà lezioni teoriche di salvamento e alcune dimostrazioni in mare con la presenza di due cani abilitati al salvataggio in mare.

SCI NAUTICO – I tecnici federali saranno presenti con gazebo sulla spiaggia e proietteranno video dimostrativi. Previste alcune dimostrazioni di atleti in mare con sup.

VELA – Sarà allestito un gazebo con un simulatore reale, che consentirà ai ragazzi di vivere l’emozione di regatare. Inoltre saranno presenti imbarcazioni, canoe e sup. Inoltre saranno protagonisti dell’evento anche gli uomini e le donne della Guardia Costiera, della Guardia di Finanza, dell’Arma dei Carabinieri e Vigili del Fuoco con alcune imbarcazioni sulle quali i presenti potranno salire per capirne le funzioni operative. Sarà presente, inoltre, la Fondazione Cetacea che sia sabato, per i ragazzi delle scuole, che domenica effettuerà la sempre emozionante liberazione in acqua di una
tartaruga curata.

Su piazzale Boscovich saranno organizzati gazebi informativi di diverse associazioni di volontariato come la Croce Rossa, che offrirà l’assistenza sanitaria, AVIS, AIDO, ADMO, AIL, LILT , Crescere Insieme e Protezione Civile, che sarà organizzata per accogliere materiale come badili, pale, scope, tiracqua, stivali, guanti, detergenti, prodotti per l’igiene personale, asciugamani, teli, accappatoi o intimo, da poter inviare sulle zone colpite dall’alluvione.

“l successo della scorsa edizione, con migliaia di persone che hanno conosciuto meglio le nostre discipline sportive e hanno apprezzato le attrazioni proposte – ha spiegato il presidente del CONI dell’Emilia-Romagna, Andrea Dondici ha portato ad accogliere con grande entusiasmo il nuovo invito ricevuto dal Circolo Nautico di Rimini. Anzi abbiamo rilanciato proponendo nuovi sport divertenti da praticare sulla spiaggia. Siamo felici che siano aumentato il numero delle scuole che hanno accolto il nostro invito e di poter avere come ospite mons. Anselmi, vescovo della città. Un progetto che vuole essere l’occasione per giovani e meno giovani per conoscere in maniera totalmente gratuita, contemporaneamente molti sport oltre una decina di discipline sportive. Inoltre – ha concluso Dondi – continuiamo il nostro percorso di uscire da palestre e piscine per aprirsi e andare incontro ai giovani e meno giovani per portare a tutti i veri valori dello sport ma pure la pratica concreta di una attività. E la spiaggia, luogo di relax e di vacanza, può essere il momento per cominciare la pratica sportiva”.

“L’evento che viene promosso dal CONI Emilia Romagna unitamente al Club Nautico Rimini e altri enti interessati – ha sottolineato l’assessore allo Sport di Rimini, Moreno Maresidà un importante segnale per l’attività sportiva del nostro territorio, soprattutto in occasione della Giornata Nazionale dello Sport. Questo sforzo organizzativo si inserisce in un momento drammatico che ci riguarda tutti e che coinvolge in particolare la Romagna per le note vicende, lo ritengo un segnale importante di rinascita. Anche attraverso lo sport si concorre a determinare la rinascita della nostra terra”.

Gianfranco Santolini, presidente Club Nautico Rimini ha concluso: “Dopo il grande successo della dello scorso anno, grazie all’impegno in del CNR e di tutte le associazioni coinvolte, siamo arrivati alla seconda edizione. Si può dire che sia diventato un appuntamento classico, grazie all’intuizione del presidente del CONI Emilia Romagna, Andrea Dondi, per primo ha creduto nell’iniziativa. È importante anche in questo particolare momento per la nostra regione, per mostrare che l’Emilia Romagna e Rimini ci sono sono già ripartiti dopo la tragedia che ci ha colpiti in questi giorni.”