Indietro
sabato 18 maggio 2024
menu
Campionato Sammarinese

Futsal: un’altra gialloblù sulla strada della Folgore, Cailungo alla prova derby

In foto: ©FSGC
©FSGC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 2 apr 2023 13:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I sommovimenti dello scorso turno caricano di ulteriori significati gli incroci della 26a giornata del Campionato Sammarinese di futsal. Ad esempio, il derby di Borgo Maggiore potrà dire qualcos’altro sullo stato di forma e sul destino del Cailungo, che proprio lunedì scorso ha abbandonato l’ultima posizione e che, per effetto delle due vittorie consecutive, inizia a credere ragionevolmente ad una post season rimasta a lungo nel campo dell’improbabile. Certo, i “cugini” della Libertas non vorranno farsi mettere nel sacco per la seconda volta (all’andata vinse il Cailungo), anche perché in casa granata la vittoria manca da due turni e la zona “salvezza” va ancora blindata a dovere, dal momento che, subito dietro, nessuno corre ma neppure dorme.

Un’altra squadra che ha dovuto cambiare in parte la propria visione delle cose a seguito di ciò che è accaduto nel 25° turno è la Folgore. Il pareggio con La Fiorita è costato la perdita della vetta in coabitazione con il Fiorentino. Di conseguenza, la banda di Spada è entrata nell’ordine di idee di dover inseguire. La prima tappa di questa nuova missione si chiama Tre Fiori, altro avversario gialloblù di valore nonché dirimpettaio di classifica dei Giallorossoneri, per la verità poco vulnerabili ad attacchi – sono ben 9 le lunghezze di vantaggio sulla terza posizione – e certo più orientati a ritrovare immediatamente la verve perduta – o, per meglio dire, scalfita – anche in ragione di un incrocio con il Fiorentino non così lontano nel tempo e, potenzialmente, “riparatore”.

La nuova capolista assoluta avrà un impegno sulla carta più agevole. Il Murata, 11a forza del girone, senza vittorie da tre giornate, avrà il poco invidiabile compito di provare ad ostacolare la marcia imperiosa della corazzata rossoblù, a caccia del successo numero 23 e, peraltro, non disgustata dall’idea di scartare eventuali regali del Tre Fiori, qualora ne arrivassero. Matteo Michelotti non avrà a disposizione Moretti, squalificato. Dall’altra parte mancherà, per lo stesso motivo, Albani.

La Fiorita, divenuta la seconda squadra a fermare i campioni in carica della Folgore dopo il Fiorentino, sfiderà il San Giovanni in un incrocio che, sponda gialloblù, sarà orientato più che altro alla difesa della quarta posizione – che dà accesso diretto ai play-off – dal momento che il gap dalla terza si è ulteriormente ampliato a seguito del successo del Tre Fiori nel posticipo di martedì sera. Certo, la squadra di Ghiotti guarda con estremo interesse anche alla sfida fra Tre Fiori e Folgore con la speranza di recuperare terreno, mentre il San Giovanni cerca un’impresa difficile per ravvivare una classifica che piange da tre partite, compresa l’ultima in cui i Rossoneri hanno messo in cascina un punto contro il fanalino Faetano, a riposo in questa giornata.

La Fiorita-San Giovanni interessa da vicino sia Tre Penne che Virtus, opposte nel primo match di Acquaviva. I Neroverdi hanno tenuto a bada il Domagnano pareggiando nei minuti finali dello scontro diretto, poi hanno incassato un k.o. contro la capolista Fiorentino, che del resto ha riservato lo stesso trattamento a tutti quanti, Folgore esclusa. Adesso la Virtus intende ricominciare a correre per difendere la quinta piazza e per continuare a mettere pressione a La Fiorita. Di fronte avrà una formazione che, allo stato attuale dell’arte, apre il conto delle escluse – il Tre Penne è, appunto, terzultimo a tre lunghezze dal San Giovanni – e che è chiamata al difficile compito di ritrovare una vittoria che manca dal 6 dicembre, vale a dire un girone esatto fa. Tutto da seguire lo scontro diretto di centro classifica fra Pennarossa e Cosmos, l’una tornata a marciare con un certo brio (due vittorie ed un pareggio) dopo un periodo di appannamento, e l’altra, al contrario, senza più quella spinta propulsiva che, prima della 24° giornata, l’aveva portata ad inanellare cinque vittorie di fila (più due pareggi). La banda gialloverde, reduce da due k.o., dovrà rinunciare a Bologna, squalificato.

Un altro incrocio fra squadre dirimpettaie di classifica andrà in scena al martedì sul parquet del Multieventi. Il Domagnano, sesto, sfida la Juvenes-Dogana, settima, ovvero la formazione che è costata ai Lupi la prematura eliminazione dalla Titano Futsal Cup. In campionato, all’andata, le due squadre pareggiarono. Oggi il Domagnano si augura di ritrovare quel successo che manca da tre turni (nell’ultimo, però, i Giallorossi erano a riposo) allo scopo di continuare l’inseguimento a La Fiorita e soprattutto alla Virtus, distanti tre e una lunghezza, mentre la Juvenes-Dogana insegue il medesimo risultato con l’idea di provare almeno a mettere in discussione il piazzamento degli avversari di serata, attualmente in possesso di un solido vantaggio.

Questo il programma della 26a giornata:

FSGC | Ufficio Stampa