Indietro
sabato 18 maggio 2024
menu
Campionato Sammarinese Futsal

Futsal: l’hat-trick del portiere salva la Virtus nel posticipo

In foto: (©FSGC)
(©FSGC)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 12 apr 2023 19:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Virtus salva la serata del Multieventi grazie ad una tripletta del proprio portiere. Il Pennarossa si era portato sul +3, e a 9′ dal termine tutto sembrava deciso. Invece, come spesso avviene nel futsal, la tattica del portiere di movimento spariglia le carte e risolve problemi. È con cinque uomini nella metà campo avversaria, infatti, che la Virtus riesce a colmare tutto il gap. Ciò che avviene più raramente, semmai, è che sia proprio il portiere – non un giocatore con indosso una casacca di colore diverso, ma proprio il portiere – a segnare tutti i gol necessari. Eppure, ieri sera è avvenuto proprio questo. Angelo Casadei ha preso in mano la Virtus e l’ha condotta verso un pareggio che, quantomeno, le fa mantenere il +1 sul Domagnano, anche se le costa la fuga de La Fiorita. Il Pennarossa, invece, pregustava un potente riavvicinamento alla Juvenes-Dogana (sconfitta venerdì dal Tre Fiori) e invece deve accontentarsi di rosicchiare un solo punto ai Biancorossoazzurri, mentre, dietro, il vantaggio sul Cosmos resta immutato (+4).

Al Multieventi apre le marcature la Virtus, con Morganti. Podeschi pareggia immediatamente dopo, dando il via ad un break biancorosso che si completa con il sorpasso firmato, suo malgrado, da Sensoli e con il 3-1 dello stesso Podeschi. Paolo Casadei accorcia prima del cambio campo, ma il Pennarossa riemerge dall’intervallo molto carico, segnando altre due reti con Rosa e con Brighi, portiere pure lui. Mister Pollini aveva già deciso di giocarsi la carta del portiere di movimento, che sul gol di Brighi non si era rivelata fruttifera. Ma è ovvio che sul 3 l’unica via sia quella di insistere. E qui Angelo Casadei si dimostra effettivamente l’uomo in più della banda di Acquaviva. In capo a 7′, dal 51′ al 58′ , il numero 18 segna la tripletta che evita alla Virtus la sconfitta. Anzi, nel finale Sensoli avrebbe sul dischetto del tiro libero anche il pallone del clamoroso ribaltone: Brighi para, poi Sensoli ribadisce in rete sulla respinta, ma l’arbitro nel frattempo aveva fischiato la fine dell’incontro. E quindi il gol non vale. Al 50′, ossia poco prima della tripletta, era stato lo stesso Angelo Casadei a parare a Podeschi il tiro libero del potenziale +4. Insomma un Casadei decisivo su ambo i fronti, per una Virtus che resta quinta, anche se perde l’opportunità di approfittare del mezzo passo falso del Domagnano ed è costretta a veder aumentare il proprio ritardo dalle Fab Four.

Ecco il quadro completo della 27° giornata:

FSGC | Ufficio Stampa