Indietro
martedì 5 marzo 2024
menu
Campionato Sammarinese

La Virtus inciampa, Tre Fiori e Tre Penne brillano d'anticipo

In foto: ©FSGC
©FSGC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
sab 4 feb 2023 23:01 ~ ultimo agg. 23:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Non doveva sbagliare e in effetti non l’ha fatto il Tre Fiori, che regola 3-0 il Cailungo nell’anticipo del venerdì ad Acquaviva. Brilla l’intero tridente Gialloblù, tra partenti e subentrati, che produce i primi gol in competizioni sammarinesi per i neoacquisti Goh e Tall. Prima della rete del vantaggio, protestano i ragazzi di Andy Selva per un mancato rigore – a loro dire – ai danni di Dolcini. Il Cailungo replica sull’asse Aruci-Canini, che genera un tiro cross di quest’ultimo su cui Semprini fa buona guardia. Dopo i tentativi infruttuosi di Tall e Dolcini, Goh salta in agilità Ferrari che lo stende in area. Albani, posizionato come meglio non potrebbe, indica il dischetto. Il primo gol in Campionato Sammarinese BKN301 di Goh arriva dagli undici metri, incrociando col destro. Il Cailungo accusa il colpo e rischia sulle ripartenze di Gjurchinoski, che prima spara alto e poi trova la grande risposta di Benedettini. Sul proseguo della seconda iniziativa, l’attaccante croato centra di testa il palo sulla cui ribattuta si fionda Tall per il raddoppio del Tre Fiori. Anche per il giovane attaccante, cresciuto nelle giovanili della Roma, si tratta del primo centro in competizioni sammarinesi. Prima dell’intervallo, due prodigiosi interventi di Benedettini strozzano in gola le esultanze di Dolcini e Tall. In avvio di ripresa il Tre Fiori fallisce due ghiotte occasioni, prima dello squillo di Bara che – servito da Aruci – apre troppo il compasso da posizione defilata. Episodio isolato in una partita dominata dal Tre Fiori, che sfiora il tris anche con Gjurchinoski – murato due volte da un grande Benedettini. L’estremo sammarinese tiene in partita i suoi, che per poco non dimezzano lo svantaggio con la bordata di Canini dai 25 metri. Prima che il Cailungo prenda confidenza, Goh cala il sipario con un gol da applausi bipartisan: Rizzo recupera palla sulla trequarti e va al centro per la punta prelevata a gennaio dalla Clivense che si coordina per una rovesciata che si infila tra palo e paletto, dove nemmeno la miglior versione di Elia Benedettini può arrivare. Il sammarinese è poi determinante nel negare il poker ai quotati avversari nel finale di gara.

Il Tre Fiori aggancia in vetta il Cosmos, impegnato – come La Fiorita – domani alle 15:00. Perde invece terreno dalla testa la Virtus, che impatta 1-1 col Fiorentino. Profondo turnover per Bizzotto, che non vuole evidentemente sorprese nella semifinale di ritorno in Coppa Titano (mercoledì 8 contro la Folgore, battuta 3-0 all’andata). Che non sarà una giornata fortunata per la Virtus lo si capisce dal cambio forzato in avvio, con Golinucci a rilevare l’infortunato Giacomoni. Compassata la manovra neroverde che porta effettivi a ridosso dell’area peccando in fase di realizzazione, mentre il contropiede del Fiorentino crea pensieri a Passaniti già a metà frazione. Di Pedrini – sponda neroverde – l’iniziativa più pericolosa, ma Bianchi è decisivo. Sul fronte opposto il Fiorentino fa le prove generali del vantaggio con Mastrota, murato al 38’ da Passaniti. Il quale non può nulla, un minuto più tardi, sul tap-in di Filippi – giudicato in posizione regolare nella mischia furibonda in cui il monumentale riflesso di Passaniti serve solo a negare a Torsani la gioia del gol, posticipando di qualche frangente il vantaggio Rossoblù. In chiusura di frazione la zuccata di Filippi e la generosità di Ciacci, promettono ma non mantengono. Nella ripresa aumenta vertiginosamente la pressione della Virtus, vicina al pareggio con Sorrentino al 63’, che salta il portiere ma deve inchinarsi al salvataggio sulla linea di De Rosa. Il gol è nell’aria e si materializza poco più tardi, quando Buonocunto salta in agilità Tall e D’Addario prima di servire a Tortori il più facile dei palloni, per il primo gol sammarinese dell’ala ingaggiata poche settimane fa. Finale palpitante, in cui c’è un legno per parte e due cartellini rossi – entrambi lato Virtus. Il Fiorentino è il primo a sbattere sui legni, col fuoco amico di Pedrini. Cambiano interpreti, ma non modalità, nell’area opposta dove Calzolari viene salvato dalla traversale. Prima del triplice fischio, le espulsioni di Golinucci (doppia ammonizione) e Gori (ultimo uomo), che complicano non poco il quadro tattico di Bizzotto in vista delle prossime, delicate sfide.

La Folgore, prossima avversaria della Virtus in Coppa Titano BKN301, batte nel recupero il Pennarossa. La squadra di Gori si conferma indigesta ai finali di gara e dopo la sconfitta patita ad opera del Murata, incassa il ribaltone – sempre ad Acquaviva – dal club di Falciano. Partita che il Pennarossa sblocca dopo appena otto minuti sull’asse Mantovani-Stefanelli: la punta sammarinese fa undici in campionato, sbucando alle spalle del marcatore. In una gara tutt’altro che magnetica, la Folgore trova la parità in maniera impronosticabile: il retropassaggio di Daniele Conti per Benedettini non viene controllato dal portiere sammarinese, che al 26’ entra nel tabellino dal lato sbagliato. Gli uomini di Lepri provano ad approfittare del momento di confusione a cui vanno fisiologicamente incontro gli avversari e reclamano un rigore al 38’, quando Mami controlla nel cuore dell’area e va giù sull’intervento di Mezzadri – giudicato regolare da De Girolamo. Non succede troppo di più nella ripresa, quando l’unico tiro in porta fa saltare il banco. Detto che al 76’, sugli sviluppi dell’incursione palla al piede di Zago, Michelotti spara fuori di un soffio dal limite dell’area. Così in pieno recupero il Pennarossa incassa la dolorosa rimonta per effetto della zuccata di Di Marzio, su servizio di Golinucci. Pallone che varca la linea nonostante la parata di Benedettini, decisamente a credito con la fortuna dopo la gara di oggi.

Contemporaneamente, a Dogana, il Tre Penne ha superato il Domagnano. Non senza difficoltà, specie in un primo tempo dove l’occasione più nitida per sbloccare il risultato è dei Giallorossi: la punizione dal limite di Cangini, al 26’, colpisce la traversa con Migani ampiamente fuori causa. Il club di Città è però sovente pericoloso, tanto su palla inattiva quanto al piede – specie quando riesce ad innescare Luca Ceccaroli. L’ala sammarinese ha poi il merito di sbloccare il risultato, dopo un primo tempo a reti inviolate ed un avvio di ripresa con un Domagnano arrembante. In effetti, al rientro dagli spogliatoi sono Babboni e Mattia Ceccaroli a sfiorare il gol, sbattendo a turno su un grande Migani. Impreciso il Tre Penne con Righini e Gai, letale con Luca Ceccaroli che capitalizza un’azione in verticale rientrando sul destro per fulminare Colonna – complice anche una deviazione di Ferraro. La rete sblocca il Tre Penne, pericoloso con Badalassi e incredibilmente a vuoto con Pieri che spara alto da due passi lo splendido assist del compagno di reparto all’82’. Il salvataggio sulla linea di Bacchiocchi, che nega a Vandi un gol fatto a 6 minuti dal novantesimo, ed il palo di Badalassi poco dopo sembrano riservare un finale di brutte sorprese al Tre Penne. Gli uomini di Ceci, invece, mettono al sicuro la vittoria proprio con Badalassi, che chiude in rete un contropiede in cui Gai e Battistini si concedono un moto d’altruismo davanti a Colonna permettendo all’attaccante di segnare a porta vuota. A dimostrazione che chiudere le partite è determinante, il Domagnano dimezza il ritardo nel corso del primo minuto di recupero, quando Angelini ricicla un pallone al limite dell’area per Mattia Ceccaroli che raggiunge il fratello Luca a tabellino, regalando un finale emozionante all’Ezio Conti di Dogana. Dove il Tre Penne chiude in avanti, pur fallendo il colpo del 3-1 con Pieri, che non mette a repentaglio il successo del clulb di Città, salito così a -1 dalla coppia di testa Cosmos-Tre Fiori, superando momentaneamente La Fiorita al terzo posto.

Questo il quadro parziale della diciottesima giornata di Campionato Sammarinese BKN301, visibile gratuitamente su TITANI.TV – in streaming da tutti i campi, con commento in italiano:

FSGC | Ufficio Stampa