Indietro
menu
anche nonna con nipote

Polizia di Frontiera. Respinte in aeroporto 50 persone irregolari

In foto: le Volanti della polizia nel piazzale del Fellini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 27 dic 2022 13:54 ~ ultimo agg. 28 dic 11:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nonostante il forte calo dei voli anche nel 2022 è stata significativa l’attività della Polizia di Frontiera in servizio all’aeroporto Fellini di Rimini. Gli agenti hanno individuato e respinto agli
Stati di provenienza 50 stranieri, considerati a rischio immigrazione clandestina o pericolosi per la sicurezza pubblica. Nella maggior parte dei casi si è trattato di persone che hanno tentato di entrare in Italia come turisti ma che in realtà sarebbero poi entrati nel circuito dell’immigrazione illegale. In alcuni casi persone con precedenti a carico, che impedivano l’espatrio.

Particolare attenzione è stata posta nei confronti di minori non accompagnati, spesso adolescenti che, dopo essere entrati nel Territorio Nazionale muniti di regolare passaporto ed accompagnati dagli stessi genitori o parenti, consapevoli dei meccanismi di tutela a loro favore, si presentano alle Questure dicendo di essere in stato di abbandono, per godere di una serie di benefici previsti dallo stato. Ultimo caso quello di una nonna, proveniente dall’Albania, fermata ai controlli di frontiera mentre accompagnava il nipote in Italia con il probabile intento di abbandonarlo  e farlo rientrare nella rete di protezione sociale. La stessa donna respinta due giorni dopo ha tentato con lo stesso minore di entrare al porto di Bari dove è stata nuovamente respinta.

Controlli anche sulle compagnie aeree con 20.000€ di multa nei confronti di vettori che hanno operato al di fuori delle norme sul controllo delle frontiere. E’ stato anche sanzionato un passeggero che, in prossimità del velivolo per l’imbarco, ha abbandonato il bagaglio correndo velocemente verso l’uscita dello Scalo destando subito allarme per la sicurezza aerea. Dopo averlo bloccato e identificato, gli agenti hanno accertato che era uscito dall’aeroporto per motivi personali.