Indietro
menu
elaborati da Camera Commercio

Cresce l'occupazione e le donne recuperano. Buoni segnali dai dati Istat

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 17 dic 2022 10:25 ~ ultimo agg. 10:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I dati ISTAT relativi alle Forze Lavoro nel secondo trimestre del 2022, elaborati dal gruppo uffici studi delle Camere di commercio dell’Emilia-Romagna, mostrano rispetto allo stesso periodo del 2021 una situazione in netta ripresa nel territorio Romagna – Forlì-Cesena e Rimini, con una crescita del tasso di occupazione e, soprattutto, una decisa diminuzione del tasso di disoccupazione.

Si registra un incremento annuo per gli occupati del commercio, turismo, gli altri servizi e costruzioni; calano, invece, gli occupati dell’agricoltura e dell’industria in senso stretto. Nel confronto di genere, risultano migliori le performance del genere femminile; in termini tendenziali, infatti, aumenta il tasso di occupazione femminile, mentre diminuisce leggermente quello maschile, e, allo stesso tempo, si riduce sensibilmente il divario tra i due tassi di disoccupazione (azzerandosi completamente in provincia di Rimini). Si dimezza, infine, il tasso di disoccupazione giovanile.


Le Forze Lavoro: focus provinciale Rimini (sintesi a cura della Camera di Commercio di Rimini)

I dati relativi alle Forze lavoro nel secondo trimestre 2022 (media annua trimestrale) per la provincia di Rimini presentano dinamiche in miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A parte il calo del tasso di attività (15-64 anni) di 1,4 punti percentuali (69,1% ad aprile-giugno 2022), diretta conseguenza della diminuzione delle forze lavoro nel complesso (-3,1%), si assiste ad un aumento di 1,9 punti del tasso di occupazione (15-64 anni) (da 63,6% nel secondo trimestre 2021 a 65,5% nel secondo trimestre 2022) e, contestualmente, ad un decremento di ben 4,5 punti del tasso di disoccupazione (da 9,6% nel secondo trimestre 2021 a 5,1% nel secondo trimestre 2022).

Nel confronto con Emilia-Romagna e Italia, il tasso di occupazione è più basso del dato regionale (69,1%) e superiore a quello nazionale (59,6%) mentre il tasso di disoccupazione risulta pari alla media regionale (5,1%) e inferiore al dato nazionale (8,6%).

Buona la crescita annua secondo trimestre 2022-2021 del tasso di occupazione femminile (+3,6 punti percentuali), che si attesta al 59,6%, mentre risulta sostanzialmente stabile quello maschile (-0,1 p.p., 71,4%).

Riguardo al tasso di disoccupazione, inoltre, pur in calo per entrambi i generi, quello femminile vede azzerato completamente il divario con quello maschile: nel periodo aprile-giugno 2022, infatti, si riscontra una percentuale del 5,1% come tasso di disoccupazione sia maschile sia femminile, rispetto a 3,3 punti percentuali di margine nel periodo aprile-giugno 2021 (8,1% maschi, 11,4% femmine).

Positivi, in termini di confronto annuo, anche i risultati fatti conseguire dal tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni), che passa dal 34,6% nel secondo trimestre 2021 al 19,0% nel secondo trimestre 2022.

Gli occupati in provincia di Rimini, nel secondo trimestre 2022, sono 144mila, con un aumento annuo pari all’1,7%; incrementi si riscontrano per i settori commercio e turismo (+7,2%, 23,9% del totale degli occupati), lievemente, per gli altri sevizi (+0,5%, 47,5%) e per l’agricoltura, dove però si registra un’incidenza molto bassa (+67,2%, 1,1%). Calano invece gli addetti alle costruzioni (-8,8%, 5,9%) mentre rimangono sostanzialmente stabili nell’industria in senso stretto (-0,2%, 21,6%).

I disoccupati, in termini assoluti, risultano 8mila, in forte calo tendenziale (-48,1%).