Indietro
lunedì 6 febbraio 2023
menu
Calcio Promozione

Quarto pareggio di fila per il S. Ermete. Intervista a Samuele Severi

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 9 nov 2022 00:37 ~ ultimo agg. 00:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

LA RISCOSSA. Quarto pareggio di fila, classifica che è mossa a piccoli passi e sorriso e convinzione che torna a caratterizzare i giocatori del S. Ermete. La gara di domenica con la Due Emme è stata una prova d forza, sotto certi aspetti anche la cosiddetta prova del nove con gli uomini di Mancini che hanno raddrizzato la situazione dopo essere andati sotto e addirittura sfiorato la vittoria colpendo la traversa. Tra le new entry si segnala Samuele Severi di professione difensore ora nazionale Under 21 Sammarinese.

LA NEW ENTRY. Una delle componenti della rosa del S. Ermete Calcio è di annoverare tra le proprie file tantissimi giovani. Tra questi si segnala il terzino Samuele Severi, classe 2003, prestato alla nazionale sammarinese composta di ragazzi del 2002 in occasione delle qualificazioni all’Europeo Under 16 e poi con i pari età alle qualificazioni in Romania prima di essere inserito nella nazionale Under 21. Per lui un approccio non certamente semplice: “Ho sposato questo progetto con molto entusiasmo. Certamente le difficoltà iniziali ci sono state anche perché tra i “ grandi” cambia il modo di giocare, di toccare la sfera e sicuramente giocatori più esperti che conoscono questa categoria, hanno meno difficoltà rispetto ai principianti. È un campionato difficile sotto tanti aspetti ma questo non mi spaventa, sono qui per imparare e dimostrare”.

Inizialmente ci sono state tante difficoltà da parte dei verdi soprattutto nella fase iniziale del campionato: “Essendo una squadra con tanti giovani forse le attese date da qualcuno, facevano presagire che tutto sarebbe stato banalmente scontato, invece non è così. In questa rosa siamo tanti giovani che lottano per arrivare a determinati traguardi. Lo scoglio iniziale è stato superato anche dagli elementi più esperti in rosa che hanno contribuito ad aiutarci a inserirsi con meno patemi”.

Il S. Ermete ha ottenuto il quarto risultato utile consecutivo, questo è sinonimo di cambiamenti, la classifica si muove anche se a piccoli passi: “Certamente! Dopo le difficoltà iniziali ci siamo guardati negli occhi, ci siamo confronti e abbiamo capito di avere importanti capacità da mettere in pratica sul rettangolo da gioco. Sappiamo che possiamo fare bene, ma ci vuole pazienza anche perché la rosa è stata quasi integralmente cambiata rispetto al precedente torneo e questo non ci ha permesso di trovare subito una coesione per dimostrare da subito la potenzialità della rosa”.

Domenica intanto è arrivato il primo goal in stagione: “Beh, è stato un gol fortunoso. Volevo crossare ed è venuto fuori una sorta di tiro-cross che ha scavalcato l’estremo di casa. Un gol importante a livello individuale che permette alla squadra di proseguire la striscia utile di risultati e che rafforza le nostre convinzioni”.

Inoltre il tecnico ti ha impiegato in un ruolo diverso, un destro che gioca a sinistra: “Nasco come terzino destro, ma in questa stagione gioco da terzino sinistro. È un ruolo nuovo per me perché cambia la posizione in campo, movimenti difensivi, il portare il pallone tra i piedi. Per me è una cosa nuova ma ho voglia d’imparare e di dare il mio contributo”.

Il S. Ermete tornerà in campo domenica prossima con il Misano.