Indietro
menu
Scala un posto

ICyty Rank: Rimini al 15esimo posto tra le città più digitali d'Italia

In foto: L'assessore Mattia Morolli
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 29 nov 2022 16:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Rimini si conferma tra le città più digitali del Paese, con un balzo in avanti nella graduatoria nazionale. E’ quanto emerge dal nuovo rapporto ICity Rank 2022 presentato da ForumPA, che scatta la fotografia sullo stato di digitalizzazione dei 108 comuni capoluogo italiani. Rimini è al 15 posto della classifica, rientrando tra le città che utilizzano “in modo più diffuso, organico e continuativo le nuove tecnologie nelle attività amministrative, nell’erogazione dei servizi, nella raccolta ed elaborazione dati, nell’informazione, nella comunicazione e nella partecipazione”. Nel 2021 Rimini era 16esima.

Il rapporto ha analizzato le performance dei territori sulla base dell’indice di trasformazione digitale, ottenuto come media aritmetica di otto indici settoriali, che sintetizzano 35 indicatori basati su 150 variabili: servizi online, canali social, piattaforme abilitanti, open data, apertura, WiFi pubblico, app municipali e IoT.

Un riconoscimento che premia il lavoro fatto in questi anni dalla nostra amministrazione comunale su una materia che è fondamentale ai giorni nostri e che è un importante termometro per misurare la modernità di un territorio, in termini di accessibilità, trasparenza e inclusione, come ha ben evidenziato anche la pandemia – commenta l’assessore alla transizione digitale del Comune di Rimini, Mattia Morolli. Un traguardo che ci inorgoglisce e che, allo stesso tempo, ci spinge a fare ancora di più per accompagnare la transizione digitale della nostra città e garantire ai nostri cittadini servizi sempre più efficienti, attraverso, ad esempio, il maxi piano di infrastrutturazione digitale che garantirà la fibra ottica a tutte le zone della città, a partire da quelle più decentrate e interne. Una straordinaria operazione per rendere Rimini più veloce e all’avanguardia, a cui si affiancano tanti altri investimenti che hanno al centro il concetto di ‘smart city’: dal potenziamento delle piattaforme abilitanti e dei servizi digitali, passando per innovazioni che riguardano i sistemi di illuminazione pubblica e  la semplificazione dei rapporti con la PA. Vogliamo essere i protagonisti di questo grande cambiamento all’insegna della digitalizzazione e del diritto alla connessione”.