Indietro
domenica 29 gennaio 2023
menu
Basket Serie D

Fast Coffee Tigers, 6a vittoria di fila e primato solitario. Domata la solida Russi

In foto: Zannoni (Foto Alfio Sgroi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 12 nov 2022 14:15 ~ ultimo agg. 14:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Fast Coffee Villanova Tigers-Basket Club Russi 76-63 (18-11; 36-33, 53-51)

IL TABELLINO
Fast Coffee Villanova Tigers: Mazzotti 12, Zannoni 23, Guiducci F. Ne, Polverelli 25, Buo S. 2, Paduano ne, Guiducci T. 2, Rossi 2, Ballarini, Guiducci Fi. 10. All. Amadori.

Basket Club Russi: Kertusha 5, Laghi 12, Cervellera 2, Galletti 20, Catenelli, Basaglia 12, De lorenzi, Samorì, Ceccarelli, Rosti 4, Lucchetta 5, Vistoli 3. All: Grilli.

Arbitri: Belfadel e Longhi.

CRONACA E COMMENTO
I Tigers artigliano con le unghie una partita difficile e solo nel finale riescono ad avere la meglio della coriacea Russi.

Fast Coffee Villanova paga le numerose assenze (oltre a Buo squalificato, anche Thiam mentre Fe. Guiducci e Paduano sono in panca ma solo per onor di firma), ma anche Russi deve rinunciare a Cirillo e Porcellini. I padroni di casa partono forte e con 6 punti di Filippo Guiducci sono 13-4. Polverelli fa la voce grossa nel pitturato ma la tripla alla scadere dell’ottimo Galletti tiene a galla Russi: 18-11.

La tripla di Kertusha e il 2+1 di Galletti portano avanti russi (18-21) a 7”51, Mazzotti rimette a posto le cose, l’assist di Ballarini per Polverelli vale il 27-26, La gara stenta a decollare, i Tigers non prendono ritmo, Zannoni dall’arco e il ritrovato Michele Rossi (in campo dopo due anni) sembrano dare il là ai ragazzi di coach Amadori, S. Buo prova a spingere ma Russi non molla e la tripla di Laghi manda negli spogliatoi sul 36-33. Polverelli segna e cattura rimbalzi ma gli ospiti battezzano la zona con le triple e vanno addirittura sul +6. Due entrate di Mazzotti riportano a contatto le squadre, Galletti prova ancora a mettere il naso avanti (46-489 poi i Tigers stringono i bulloni in difesa e riprendono vantaggio (+4) prima di beccare uno scellerato canestro sulla sirena: 53-51.

I Tigers hanno birra in corpo, Polverelli e Zannoni sono incontenibili,, il tecnico al coach ospite sfruttato dal capitano vale il 60-53. Russi prova a chiarirsi le idee con time out a 5”56, il 2+1 di Laghi rimette in scia gli ospiti (62-58) ma la difesa di casa è attenta, i fratelli Guiducci vedono il canestro e mettono in cassaforte il risultato (70-60 a 1”57). Vistoli prova a non arrendersi, Mazzotti e Polverelli sono lucidi dalla lunetta, Zannoni la chiude con una gran tripla: 76-63. Sesta vittoria di fila dei Tigers che vale il primato solitario in classifica con 12 punti.

IL DOPOGARA
“È stata una vittoria sofferta, abbiamo trovato di fronte una squadra solida che non si è mai arresa e che addirittura è riuscita a passare in vantaggio nel 3° periodo (40-46 massimo svantaggio) – analizza la gara il coach delle Tigri, Michele Amadori -. Mi aspettavo una partita combattuta, hanno pesato le molte assenze e solo alla fine siamo riusciti a prendere il largo, grazie soprattutto a delle ottime difese negli ultimi minuti e alla coppia Zannoni-Polverelli davvero incontenibile. Gli avversari sono stati bravi a chiudere il contropiede e a difesa schierata erano parecchio tosti, ci hanno fatto giocare spesso sotto ritmo e questo ci ha messo in grande difficoltà, portandoci ad avere basse percentuali dall’arco. Ad ogni modo, siamo riusciti ad appoggiare tante volte palla spalle a canestro, avevamo vantaggio in quella posizione e siamo stati bravi a sfruttarlo”.

Lo skipper biancoverde prosegue nella sua fotografia. “L’ultimo quarto, nonostante le limitate rotazioni, abbiamo avuto più energia di loro e siamo riusciti ad alzare il livello della difesa. Russi è stata costretta a tiri forzati e ciò ha permesso ai ragazzi di trovare spazi e canestri importanti in transizione, facendoci finalmente decollare e chiudere la partita. Gara di spessore per Polverelli, 25 punti e oltre 10 rimbalzi per il lungo. È stata una prova di grande maturità, eravamo in emergenza per le molteplici assenze ma non ci siamo fatti scoraggiare e abbiamo strappato ancora una volta il foglio rosa, il sesto di fila”.

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
FOTO
Calcio Eccellenza

Pietracuta-Progresso 1-3

di Icaro Sport
Calcio Promozione

Novafeltria-Verucchio 1-1

di Icaro Sport