Indietro
sabato 28 gennaio 2023
menu
temperature sopra le medie

Un'ottobrata lunga un mese: massime 'estive' per il via libera ai termosifoni

In foto: repertorio
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 20 ott 2022 09:56 ~ ultimo agg. 15:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sabato 22 ottobre, con un posticipo di una settimana rispetto agli anni passati disposto dal Ministero della Transizione Ecologica, in Emilia Romagna si potranno accendere gli impianti di riscaldamento. Per sabato al momento le previsioni di Arpae indicano una temperatura massima di 25 gradi sulla provincia di Rimini (altri portali meteo salgono anche a 26 o 27 gradi). E per l’ultima settimana di ottobre le temperature, anche se in progressivo calo, tenderanno a rimanere di qualche grado al di sopra della media climatologica.

Una situazione climatica che dura ormai da diversi giorni e che sta facendo diventare questo ottobre 2022 una lunga “ottobrata”, con la necessità di accendere i riscaldamenti che presumibilmente non si presenterà fino a novembre. Una notizia positiva alla luce dell’aumento spropositato dei costi energetici, ma che nell’ottica più ampia dei cambiamenti climatici meriterebbe qualche riflessione prima di essere archiviata come l’ennesima anomalia di una lista ormai interminabile di anomalie meteo.

In Emilia Romagna i riscaldamenti potranno essere accesi a partire dal 22 ottobre fino al 7 aprile per 13 ore giornaliere (una in meno rispetto al passato).

Altre notizie
Meteo Rimini
booked.net