Indietro
giovedì 8 dicembre 2022
menu
Calcio serie C

Rimini-Alessandria, la vigilia di Marco Gaburro

In foto: Marco Gaburro, allenatore del Rimini F.C.
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 1 ott 2022 14:37 ~ ultimo agg. 2 ott 13:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Gara di cartello domani (domenica) al Romeo Neri, dove il Rimini affronta l’Alessandria, rilanciata dalla vittoria del campionato ottenuta domenica scorsa contro la Carrarese, che fino a quel momento aveva centrato sempre i 3 punti. Il tecnico biancorosso, Marco Gaburro, ha definito il match contro i ‘grigi’ “una gara spartiacque”. Nel Rimini sono disponibili Piscitella e Panelli mentre sono ancora out Lo Duca, Allievi, Mencagli e Rosso.

Che cosa si aspetta dopo la sconfitta a Lucca?
“Mi aspetto una reazione che poi, in realtà, già c’era stata sul campo nel secondo tempo. Dobbiamo avere quel tipo di atteggiamento, sapendo che è una partita completamente diversa da quella di Lucca”.

Pensa di riconfermare il 3-4-1-2?
“Abbiamo una struttura molto chiara che portiamo avanti dall’inizio ed è quella del 4-3-3 di base. Il 3-4-1-2 è una soluzione che in questo momento preferiamo tenere a partita in corso perché comunque è un sistema che coinvolge in maniera non del tutto equilibrata la nostra rosa”.

Davanti il trio Gabbianelli, Vano e Santini può coesistere?
“Davanti possiamo fare tutto. Abbiamo tantissime soluzioni che passano anche nella scelta di far giocare uno tra Vano e Santini. La questione è utilizzare solo uno dei due oppure tutti e due per poi eventualmente cambiare in corso d’opera il modulo e avere una soluzione alternativa”.

Domani che tipo di partita si aspetta?
“La partita di domani è di non facile lettura. Di fronte avremo un avversario che ha trovato entusiasmo dall’ultimo successo. Noi dobbiamo capire come leggere la partita, più gestiamo palla e più l’avversario deve adeguarsi, altrimenti diventa una partita stile Cesena o stile primo tempo di Lucca. Quella di domani sarà una gara spartiacque, non per la classifica ma per come sapremo interpretarla”.

Che tipo di contributo, nelle caratteristiche della rosa, può dare Rosso?
“Rosso è un giocatore diverso da tutti gli altri. Di fatto ogni volta in settimana ha avuto delle ricadute che però se capitano in una settimana dove ci sono tre partite allora lo porta ad essere un problema. È un giocatore che ha sia la duttilità che la capacità di muoversi tra le linee. Secondo me nel 4-3-3 classico è un giocatore molto utile”.

E per quanto riguarda Gigli?
“Gigli è un giocatore che a Lucca è stato buttato nella mischia solo per necessità. Con lui bisogna avere un po’ di pazienza, non è lontano dalla condizione fisica per poter giocare una partita, lui stesso si sta impegnando per potere ritrovare fisicità”.

Capacità di lettura e approccio sono aspetti che vengono con il tempo o con una struttura specifica senza troppi cambiamenti?
“Sono due cose completamente diverse, nel senso che per me noi non abbiamo mai sbagliato approccio, abbiamo sbagliato interpretazione nella ricerca di cose adatte alla partita”.

]