Indietro
menu
non basta per coprire i costi

Restauro Collegiata: continuano iniziative. Vendita suffragio: "estrema ratio"

In foto: la chiesa Collegiata
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 18 ott 2022 13:56 ~ ultimo agg. 21:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Santarcangelo proseguono le iniziative per raccogliere fondi da destinare all’importante restauro della Chiesa della Collegiata, una delle uniche tre Collegiate presenti in Diocesi di Rimini. Nella serata di lunedì si sono riuniti il consiglio pastorale e, di seguito, quello per gli affari economici della parrocchia di San Michele Arcangelo. Il Comitato parrocchiale, nato per sostenere i lavori della Collegiata, ha presentato le diverse iniziative messe in atto per il reperimento dei fondi essenziali. Si prevede che i lavori possano costare da 1,5 a 2 milioni di euro.

“L’obiettivo – spiegano – è sensibilizzare la cittadinanza e le varie realtà produttive santarcangiolesi, per coprire i costi del restauro complessivo di un’opera così importante per la comunità cristiana e per la storia di Santarcangelo“.

Si è discussa anche la possibilità di dare avvio all’iter necessario per l’eventuale alienazione della chiesa del Suffragio, solo come estrema ratio.
Si precisa – viene specificato – che anche procedendo in tal senso, non si riuscirebbe a coprire l’intero importo dei lavori necessari per il recupero integrale della Collegiata“.

Il Comitato ha riaffermato il suo impegno a proseguire, in ogni caso, gli sforzi per sostenere il restauro complessivo della Collegiata.