Indietro
menu
polemiche in commissione

A Riccione la minoranza accusa: proposta di sostegno bocciata per pregiudizio

In foto: Stefano Caldari
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 5 ott 2022 18:44
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“L’amministrazione PD Angelini si ostina ad andare dalla parte opposta delle necessità della città”  L’accusa arriva dalla minoranza che parla di un “atto di prepotenza” avvenuto martedì in commissione.

Nello specifico, spiega una nota firmata da Stefano Caldari: “Neanche discusso, ma direttamente cestinato l’emendamento alla ratifica della variazione di bilancio presentato in blocco dalla minoranza. L’ingiustificabile presa di posizione del presidente della commissione, attorcigliato dietro a cavilli tecnici, che sfuggono ai dettami del regolamento comunale, è stata quella di tappare la bocca alla minoranza, non portando nemmeno in discussione e votazione l’emendamento, presentato nei tempi di legge. Siamo ormai alla quarta variazione di bilancio dell’amministrazione PD Angelini, ma la tanto millantata vicinanza alle imprese e ai riccionesi, restano ancora solo parole vuote, non seguite da alcun fatto, o ancora peggio da alcun atto ufficiale. Nell’emendamento in discussione, preso atto che ci sono le risorse a bilancio, la minoranza ha trovato 2 milioni e mezzo subito disponibili e subito impegnabili per dare sostegno agli operatori e a tutti i riccionesi.
Le priorità indicate, dettate dall’estrema difficoltà della congiuntura economica, riguardano le bollette di luce e gas, la TARI, la COSAP per l’esercizio di pubblici servizi e mercato e la COSAP a carico della pista di ghiaccio per il Natale, che la vicina Rimini ha già dichiarato di installare”.
“Spiace prendere atto, per l’ennesima volta – prosegue Caldari – di come una precisa volontà di collaborazione e di proposta costruttiva, vengano trattate alla stregua di un’inutile perdita di tempo da parte di questa maggioranza PD, sempre più arroccata e chiusa in sé stessa e sempre meno a contatto con i bisogni reali dei cittadini.
La volontà per la minoranza è comunque quella di procedere affinché si possa discutere di risorse a sostegno dei riccionesi e delle imprese, già nel prossimo consiglio comunale, convocato d’urgenza per martedì prossimo perché arrivati all’ultimo giorno utile per la ratifica”.
L’intervento è sottoscritto da Lista Caldari Sindaco Generazione Riccione; Lista Renata Tosi con Noi Riccionesi; Lista Civica Renata Tosi;

Giorgia Meloni Fratelli d’Italia; Forza Italia; Lega Salvini Premier.
]