Indietro
menu
successo anche nel capoluogo

Uninominale Camera. Nel collegio di Rimini Morrone supera Gnassi

In foto: Jacopo Morrone
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 26 set 2022 06:30 ~ ultimo agg. 21:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nel collegio uninominale di Rimini per la camera ampio margine del parlamentare uscente sull’ex sindaco di Rimini. Il risultato definitivo, 328 sezioni scrutinate su 328, decreta il successo di Jacopo Morrone della Lega, sostenuto dalla coalizione del centrodestra, con il 42,95% delle preferenze davanti ad Andrea Gnassi del PD, sostenuto da una coalizione del centrosinistra, con il 34,80%. Poi Mariano Gennari del Movimento 5 Stelle con l’8,98% e Alessandro Francesco Petrillo (Azione Italia Viva Calenda) con il 5,64%. Per Gianmaria Zanzini (Italexit) il 2,50%. Morrone risulta ufficialmente eletto, per Gnassi ci sarà la strada del proporzionale.

Per il senatore forlivese un successo diffuso su tutti i comuni della provincia. Morrone si impone su Gnassi anche nel capoluogo con il 39,79% rispetto al 38,67%. A Riccione con il 45,61% rispetto al 33,06% di Gnassi. A Bellaria Morrone supera il 50% (50,20) rispetto al 29,26% di Gnassi. A Santarcangelo il 40,22 rispetto al 38,43% di Gnassi. A Coriano 45,04 contro 33,25%.

Tra le prime frecciate via social, quella del consigliere leghista riminese Matteo Zoccarato che di prima mattina ha scritto “Sento fegati e navigatori spappolarsi” in riferimento alla ripetuta accusa di Gnassi a Morrone di avere bisogno del navigatore per spostarsi a Rimini. Gilberto Giani, segretario della sezione di Rimini della Lega: “Volevo giusto rammentare che qualcuno le sfide le raccoglie e le vince sul campo, mentre altri si lanciano ringraziando per il sottosedile”.

]