Indietro
menu
Capolista al senato

Elezioni. La soddisfazione di Croatti (M5S): tra i 10 più votati d'Italia

In foto: Marco Croatti e Giuseppe Conte
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 19 ago 2022 10:28 ~ ultimo agg. 10:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un risultato più che lusinghiero per il senatore riminese del Movimento 5 Stelle Marco Croatti (vedi notizia) che si è rimesso in gioco nelle Parlamentarie risultato primo per preferenze nel collegio plurinominale Emilia-Romagna 2 al Senato, tra i primi 10 in
tutta Italia e primo uomo. “Ringrazio gli iscritti che mi hanno votato, dandomi fiducia, e che mi daranno l’opportunità di essere capolista nel listino plurinominale del senato come candidato 5 stelle – commenta Croatti –. Una candidatura che mi riempie di orgoglio perché decisa democraticamente attraverso il voto della nostra base, dei nostri attivisti e dei nostri sostenitori. Una modalità di scelta partecipata, dal basso, che tutte le altre forze politiche non possono permettersi perché le loro candidature devono essere calate dall’alto, scelte tra politicanti che vivono di politica e di poltrone da sempre.” “Le tantissime preferenze che ho ricevuto – prosegue – sono per me uno stimolo straordinario per proseguire con ancora maggiore passione e impegno le battaglie del MoVimento 5 Stelle per il Paese e soprattutto per il mio territorio: dalla riforma delle concessioni demaniali alla nuova SS16, dalla valorizzazione di beni storico-culturali come l’anfiteatro alla lotta alle infiltrazioni criminali in Riviera, temi su cui c’è stato un atteggiamento ambiguo, quando non un totale disinteresse, da parte delle altre forze politiche riminesi.” Infine uno sguardo ai prossimi giorni. “Ci aspettano ora 4 settimane di intensa campagna elettorale in cui continueremo a parlare di temi, di proposte e di progetti che guardino al futuro del Paese, diano risposte ai bisogni delle famiglie e aiutino i nostri giovani a realizzare i loro sogni. Attraverso il risorgimento del M5S targato Conte – conclude il senatore uscente – rilanceremo le battaglie sulla giustizia sociale, sul salario minimo, sulla sostenibilità e l’ambiente, sulla competitività delle imprese e contro sprechi e corruzione”.