Indietro
domenica 5 febbraio 2023
menu
Q5-Sport e Movimento

RiminiRugby e PGS Rimini invitano i riminesi a un anno di sport gratuito

In foto: Rimini; 03/06/2022: Sport e Salute ©Riccardo Gallini /GRPhoto
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 3 giu 2022 17:56 ~ ultimo agg. 7 giu 23:21
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Esplode il campo di Rivabella: più di 500 bambini e ragazzi per “Q5-Sport e Movimento per generare comunità”.

A inaugurare il progetto Sport di TUTTI “Quartieri” con la Società capofila RiminiRugby (unico in tutta l’Emilia-Romagna), fra giovani e sportivi, il Presidente e A.D. di Sport e Salute, Vito Cozzoli, in outfit sportivo si è dilettato assieme ad Andrea Lo Cicero nel dare prova di tutte le discipline presenti sul campo da gioco: rugby, baseball, flying disk-ultimate, ginnastica artistica e ritmica, scherma, tiro con l’arco, gioco motricità, laboratorio murales. Grazie ai 100mila euro del Bando nazionale queste e tante altre attività saranno a disposizione gratuitamente dei riminesi da settembre. Corsi e discipline sono stati pensati come inclusive e accessibili a sostegno di una società sempre più solidale.

Già dalle 9:00 di venerdì 3 giugno il campo sportivo si è popolato di ragazzi e ragazze delle scuole elementari e medie dell’I.C. E. Fermi, del Liceo Scientifico Serpieri e dell’ISISS Einaudi, tutti nel Quartiere 5 di Viserba dove ha sede il Polo scolastico più grande della regione. Lo sport, l’inclusione e l’aggregazione sono i contenuti degli interventi Istituzionali.

Vito Cozzoli (Presidente e A.D. di Sport e Salute) ha detto: «Non è un caso che siamo qui nella casa del Rimini Rugby a Rivabella perché l’ASD si è aggiudicata il progetto ‘Quartieri’, uno dei migliori progetti di tutta Italia. Sport e Salute vuole fare in modo che tutti pratichino sport gratuitamente bambini, adolescenti, over 65. Oggi, siete qua in 500 ma in Emilia-Romagna abbiamo già coinvolto 75 mila ragazzi, 1 milione e mezzo in tutta Italia. Mi sono rotto un polso due giorni fa, sarei dovuto rimanere a casa e invece eccomi qua, ci tenevo tantissimo. Sport e Salute crea e sostiene eventi ad alto livello, Taekwondo, Padel, Piazza di Siena, Internazionali di tennis, per esempio, ma è con i ragazzi, con i coach, gli educatori, gli insegnanti che costruiamo il futuro».

Dello stesso tenore le parole di Emma Petitti – Presidente dell’Assemblea Legislativa Regione Emilia-Romagna – che ha dichiarato: «Oggi il momento sportivo è vissuto come “luogo” dove confluiscono le nuove domande sociali collegate alle trasformazioni della società. Il ruolo dello sport come strumento di aggregazione e di socializzazione, di inclusione sociale, di integrazione e pari opportunità è oggi unanimemente riconosciuto e sono notevoli gli sforzi compiuti dalle istituzioni per svilupparne le potenzialità e conservarne l’integrità e la genuinità».

Segue l’intervento di Kristian Gianfreda – Assessore Politiche per la Salute e Protezione Sociale Comune di Rimini – che sottolinea: «Progetti come questo sono in grado di cambiare la vita di una comunità. Questo in particolare, si inserisce nelle linee strategiche sociosanitarie del Comune di Rimini. Vedere il campo con così tanti ragazzi è uno spettacolo per gli occhi in un’organizzazione perfetta. Invito i genitori a coinvolgere i propri figli perché opportunità come questa non capitano tutti i giorni».

Grande soddisfazione da parte del Presidente dell’ASD RiminiRugby, Andrea Bugli: «Oggi, è la partenza di un progetto molto più grande che portiamo avanti con l’aiuto di Sport e Salute, della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Rimini. Questa opportunità è fondamentale e mi rifaccio alla Costituzione che sancisce che lo sport è un diritto di tutti e come tale deve essere accessibile e gratuito. È l’impegno che assieme alle altre Associazioni partner condividiamo e porteremo avanti».

L’opportunità di fare sport gratuitamente per un anno all’interno di un quartiere che conta 30mila abitanti, nella periferia Nord di Rimini, è un sogno che si avvera secondo Ruggiero Russo – Responsabile nazionale progetti sociali e innovativi delle PGS (Polisportive giovanili salesiane): «Don Bosco, mio modello di aggregazione sociale e promozione umana, diceva che bisogna sognare insieme per realizzare i desideri. Io e tutti quelli che hanno fatto parte del progetto Q5 abbiamo sognato e faremo avverare le attività di: doposcuola multi-sportivo e aiuto compiti dalle 14:00 alle 19:00 (da settembre prossimo); ginnastica per over65 e donne; passeggiate domenicali per famiglie e interessati; convegni con nutrizionisti, psicologi e altre figure professionali; attività multi-sportive nelle scuole con laureati in scienze motorie; campus estivo. Inoltre, per gli operatori ci saranno corsi di formazione per imparare a lavorare al meglio in team».

Chiude gli interventi della giornata Il “Barone”, oggi Legend di Sport e Salute, Andrea Lo Cicero, che dal campo di Rivabella lancia un messaggio che fa meta: «dopo la mia carriera da professionista ho ritrovato un’altra maglia, quella che Sport e Salute e Vito Cozzoli mi hanno proposto. Adesso, sono Legend di questa Società che promuove i valori dello sport italiano. Vorrei che anche voi ragazzi indossaste la maglia che preferite per essere sempre protagonisti della vostra vita!».

Aperte le porte del Quartiere 5, si aspettano soltanto le adesioni dei riminesi, senza limiti di età.

Per iscriversi:
e-mail progettoquartiere5@gmail.com
infoline 331 1298477