Indietro
menu
controlli della Capitaneria di Porto

Omessa registrazione della cattura, 250 kg di tonno in beneficenza

In foto: il tonno sequestrato
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 13 mag 2022 17:18 ~ ultimo agg. 18:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Questa mattina i militari della Capitaneria di Porto di Rimini sono stati impegnati presso il locale mercato ittico in attività di verifica ispettiva e validazione dei documenti di cattura accessoria di tonni rossi, specie soggetta a particolari misure di tutela, sbarcati da parte di alcuni motopescherecci e sottoposti, come da normativa vigente, a pesatura a mezzo di bilancia certificata.
Nell’ambito dell’attività di controllo, operata con l’ausilio di sistemi di monitoraggio informatico in dotazione alla Guardia Costiera, è stato accertato come due dei motopescherecci abbiano omesso di registrare sul giornale di pesca elettronico la dichiarazione di cattura di cinque esemplari di tonno rosso per un peso complessivo di oltre 250 kg incorrendo nella violazione della normativa europea e nazionale che prevede di assolvere all’obbligo con tempestività.
L’accertamento dell’illecito ha pertanto portato al sequestro degli esemplari che, a seguito di dichiarazione di idoneità al consumo da parte del servizio veterinario della locale AUSL, potranno essere devoluti in beneficenza.
Nei confronti dei presunti responsabili, indentificati nei comandanti delle due unità da pesca iscritte nei locali registri e nei titolari delle relative licenze, è scaturita la contestazione in via amministrativa di sanzioni pecuniarie stabilite e l’applicazione dei punti previsti per le infrazioni gravi alle norme della politica comune della pesca.
L’attività lungo la filiera ittica a tutela della salute e del consumatore proseguirà nei prossimi giorni.