Indietro
menu
sanzione in arrivo

Agente cerca di bloccare con un calcio un ragazzino in scooter, è bufera

In foto: Un frame del video con l'agente che tenta di scalciare lo scooter
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 4 mag 2022 15:04 ~ ultimo agg. 5 mag 14:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ bufera sull’intervento della polizia Locale di Rimini per fermare gare di scooter clandestine nella zona artigianale in via Luciano Lama. Colpa di un video, pubblicato su una nota pagina Instagram, diventato nel giro di poco virale, in cui si vede un agente in borghese scendere dall’auto civetta, correre verso un ragazzino a bordo di un motorino e cercare di colpire il mezzo con un calcio per impedirne la fuga. Fortunatamente il conducente piega leggermente verso destra evitando il colpo e prosegue la sua corsa sul marciapiede.

L’episodio, che risale a domenica primo maggio ed è stato raccontato per primo dal Resto del Carlino e dal Corriere Romagna, ha scatenato reazioni a raffica sul web. Alcuni hanno condannato il gesto dell’agente definendolo pericoloso e inqualificabile, altri invece l’hanno giustificato riconducendolo ad una reazione istintiva dettata dalla concitazione del momento. Il pubblico ufficiale, però, con tutta probabilità verrà punito, fa sapere il Comando della polizia Locale di Rimini, che, dopo un’attenta valutazione, ha proposto l’erogazione di una sanzione disciplinare nei suoi confronti. “Dalla segnalazione giunta e dalle immagini pubblicate anche dalla stampa locale, si è reso responsabile di un comportamento non adeguato alla situazione e al ruolo ricoperto.

L’attività di controllo da parte della polizia Locale in quell’area è avvenuta a seguito di alcuni esposti presentati nelle ultime settimane da parte di residenti e imprese della zona che segnalavano la presenza quasi quotidiana di decine di giovani che utilizzavano la strada per sfidarsi in competizioni di velocità tra motocicli, spesso su una sola ruota, costituendo – secondo le segnalazioni arrivate – oltre al rumore insopportabile anche un problema di sicurezza per i bambini in bicicletta e le persone a piedi che percorrono quel tratto. Un’altra segnalazione di una azienda della zona, invece, sottolineava il continuo gareggiare di giovani che in sella ai propri scooter si esibiscono in impennate e sgommate, tutti i giorni dalle 15 alle 19, e radunandosi in gruppo numeroso ostacolano l’accesso alle aziende penalizzando così anche la clientela.

Ecco perché l’episodio incriminato del tentato calcio dell’agente non interromperà in alcun modo l’attività di controllo dell’area da parte della polizia Locale, così come richiesto dai residenti. Attività che – fa sapere il Comando – proseguirà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane“.