Indietro
menu
Giornata dell'acqua

Spettro siccità. Nel 2021 a Rimini meno 41% di pioggia

In foto: gli effetti della siccità a Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 22 mar 2022 15:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nel 2021 meno 41,4% di pioggia sul 2020. Una diminuzione drastica e preoccupante che emerge dal report di ARPAE Emilia Romagna. In provincia di Forlì-Cesena il calo è stato del 28,1%. Anche nei primi mesi del 2022 si rileva una grave scarsità di precipitazioni. A fornire i dati, nella Giornata mondiale dell’acqua 2022 è la camera di Commercio della Romagna. L’ente fa proprio l’appello lanciato dall’Unesco che chiede a tutti i paesi e ai vari soggetti istituzionali di attivarsi per riflettere e divulgare contenuti che possano sensibilizzare la popolazione mondiale al risparmio e uso consapevole dell’acqua.

L’acqua è una risorsa finita ed è il “bene comune” più prezioso, anche per territori come i nostri che non hanno mai sofferto la sua mancanza in modo grave come altre parti del mondo – commenta il Segretario generale, Roberto Albonetti – . In passato, i problemi di acqua dei nostri territori li abbiamo risolti, con una visione unitaria che ha portato alla realizzazione di infrastrutture e servizi dedicati e a grandi opere, come la diga di Ridracoli. Ora che lo scenario sta cambiando velocemente e parole come “siccità”, con tutto quello che comportano, sono entrate nel nostro lessico, serve ancora una progettualità forte, innovativa e di visione, in termini di disponibilità, produzione, distribuzione, trasformazione, utilizzo e consumo. Serve, inoltre, anche un approccio culturale diverso in termini di sensibilità e rispetto per questa risorsa primaria. Ci aspetta infatti una grande sfida, che tocca tutti i fronti, a partire dalle infrastrutture, e che può essere vinta se sappiamo anticipare le azioni – e non solo “tamponare” – e, soprattutto, se ciascuno si rende consapevole e del problema e si attiva per fare la sua parte”.