Indietro
mercoledì 25 maggio 2022
menu
Scuderia San Marino

Paolo Diana gareggerà a Mallorca: "Bello sentire il supporto della gente"

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 10 mar 2022 23:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per tutti gli appassionati di Rally Classico il secondo weekend di marzo è un appuntamento fisso sul calendario: quest’anno si corre la 17a edizione del Rally Clasico Isla Mallorca in Spagna. 14 prove, tre giorni di gare e un totale di 500 km tutti da vivere nell’Isola che offre un panorama mozzafiato.

Tra i piloti che prenderanno parte alla gara c’è anche Paolo Diana, navigato per l’occasione dal sammarinese Corrado Costa sulla mitica Fiat 131 Racing.

Diana racconta tutta la sua emozione di essere in terra ispanica: “Mi hanno invitato gli organizzatori del Rally Classico di Mallorca, per me qui è la prima volta che vengo a correre in questa isola. Ho trovato gente molto cordiale e tanti appassionati di motori, il che mi fa molto piacere. Sono molto contento di essere qui e ho ricevuto tanto apprezzamento, segno che negli anni è stato fatto qualcosa di speciale. Ieri ho avuto modo di visionare alcune prove e ho percepito che è una pista stretta e ci sono punti tortuosi in cui non si può andare molto veloci. Altre due prove invece sono più ‘larghe’, dove si può dare sfogo alla fantasia.”

Quest’anno la Scuderia San Marino potrà vantarsi di avere tra i suoi tesserati un volto così noto del calibro di Diana, che afferma: “Sono contento di essere tornato alla Scuderia San Marino, soprattutto quest’anno con il Presidente Roberto Selva che prima di tutto è un grande amico. Sono doppiamente felice, quindi, di ritornare nella scuderia dove ho ritrovato tante persone che già conoscevo. Mi auguro di poter tenere alto il nome della Scuderia San Marino nelle gare in cui parteciperò. Quest’anno, come nelle ultime stagioni, ho deciso di puntare a gare nelle quali mi invitano piuttosto che fare delle gare con auto moderne, perché le emozioni che ti danno le persone che incontri in tutto il mondo è inimmaginabile.”

Altre notizie
di Icaro Sport
di Icaro Sport