Indietro
martedì 24 maggio 2022
menu
Basket Serie B

RBR-Virtus Civitanova, la vigilia di coach Ferrari e Masciadri

In foto: Mattia Ferrari (Foto Nicola de Luigi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 12 feb 2022 12:44 ~ ultimo agg. 13 feb 16:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Domenica alle ore 18:00 al palasport Flaminio di Rimini RivieraBanca Basket Rimini ospita la Virtus Civitanova.

La partita sarà trasmessa su Icaro TV (canale 91) domenica alle 20:35.

La vigilia del coach di RBR, Mattia Ferrari, e dell’ala biancorossa Stefano Masciadri.

Coach, su cosa vi siete concentrati durante questa piena settimana di allenamenti?
“È stata una settimana tipo, con carichi di lavoro usuali. Dobbiamo pensare una partita alla volta sapendo, però, che ne abbiamo parecchie ravvicinate: cominciamo con questa partita casalinga contro Civitanova che dobbiamo affrontare con grande maturità e senso di responsabilità perché, con tutto il rispetto per i nostri avversari, tutte le partite valgono due punti ed è quello che ho detto in settimana alla squadra. Dobbiamo trovare dentro di noi degli stimoli ed una forza mentale per approcciare una partita dove abbiamo molto da perdere.”

Stefano, che insidie può nascondere nello specifico una partita che sulla carta potrebbe non avere molto da dire?
“L’insidia più grande è data dalla classifica: la maggior parte può pensare che arriva la penultima in classifica e quindi vinciamo facile, ma l’inghippo è dietro l’angolo. Per tutta la settimana abbiamo parlato della partita contro Civitanova come se fosse una finale, ci siamo concentrati sulle loro caratteristiche ed anche ovviamente sul nostro gioco avendo avuto una settimana piena per lavorarci, visto che venivamo da un infrasettimanale. È una partita come le altre, l’affronteremo col massimo della concentrazione e dell’intensità.”

Coach, vi attende un’altra settimana impegnativa con tre partite ravvicinate. Quanto è importante gestire le energie della squadra in queste circostanze?
“Innanzitutto è importante vincere, per cui bisogna pensare al fatto che domenica starà in campo e giocherà chi ci garantirà la miglior prestazione possibile, poi faremo il punto della situazione. Adatteremo i due giorni successivi, lunedì e martedì, alle esigenze di preparazione della partita e di recupero fisico della squadra, e idem dal giovedì faremo lo stesso ragionamento. Non sono abituato a fare piani a lunga scadenza, per chi opera a questo livello gli infrasettimanali sono sempre qualcosa di strano e diverso; le settimane con più partite mettono sempre a dura prova la testa dei giocatori, l’organizzazione tecnica e societaria. Noi per adesso dobbiamo pensare alla partita di domenica dove giocherà chi sta bene e chi dà garanzie di risultato perché è una partita che vogliamo assolutamente vincere.”

Stefano, i numeri dicono cinque vittorie consecutive e dieci nelle ultime undici. Al netto della qualità del roster, qual è la cosa più importante per mantenere sempre alta la concentrazione quando si scende in campo per vincere?
“Credo che la cosa più importante sia tenere sempre in mente l’obiettivo finale: tutto ciò che si fa, ogni partita ed ogni giorno della settimana, è improntato a quell’obiettivo. Non ammettiamo, in primis a noi stessi, cali di concentrazione, cerchiamo sempre di mantenere l’intensità alta e portare a casa i due punti ogni domenica. Sono contento di questa striscia, vogliamo continuare perché fa parte del nostro percorso.”

Coach, al di là degli ottimi risultati quanto si ritiene soddisfatto del percorso che la squadra sta seguendo?
“Io sono assolutamente soddisfatto delle qualità del gruppo dal punto di vista della serietà, professionalità ed etica. Sono molto soddisfatto del lavoro che sto facendo insieme alla Società che va ben oltre il risultato della domenica, ovvio che è quello che tutti vedono però c’è dietro qualcosa di più importante, un percorso di costruzione. Come ho ripetuto tante volte, sono fortunato a lavorare in una realtà come quella riminese: la soddisfazione più grande arriverà più avanti se ce la meriteremo e saremo bravi. Per adesso sono abbastanza convinto che siamo sulla strada giusta, stiamo facendo le cose che servono per aiutarci a costruire ogni giorno di più la nostra identità e fiducia: dobbiamo essere consapevoli non solo a parole, ma anche coi fatti, di poter dimostrare che siamo una realtà di vertice per questo campionato.”

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini