Indietro
menu
Appello ai riccionesi

Petizione Fondazione Cetacea: non vogliamo lasciare Riccione

In foto: la colonia Bertazzoni
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 25 feb 2022 11:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Fondazione Cetacea, benché prossima a traslocare in parte all’ex delfinario di Rimini, non vuole lasciare Riccione dove è nata nel 1988. Il progetto riminese, spiega infatti, non è “un’alternativa all’attuale collocazione riccionese: non può esserlo, gli spazi non consentirebbero di spostare tutta la nostra attività in quegli spazi, e non vuole esserlo perché a Riccione siamo “nati” e non ci sentiamo di sradicarci completamente, recidendo tutti i legami che ci hanno permesso di crescere in questi decenni“. La Fondazione, che da giugno si è trasferita dalla Colonia Bertazzoni (dichiarata pericolante) in un’area poco distante, il 31 dicembre ha visto la mancata proroga della concessione. L’asta per la colonia, e l’area annessa, è andata deserta e ne sarà bandita un’altra con un ribasso del 5%. Cetacea chiede al comune di scorporare dall’asta l’area occupata dai propri uffici e dal centro di recupero delle tartarughe e di cederla in comodato alla Fondazione. Per fare massa critica, l’appello ai cittadini e alle associazioni è a firmare la petizione predisposta e portare i fogli firmati alla sede in Via Canova 13 oppure inviarli a informazione@fondazionecetacea.org.