Indietro
mercoledì 18 maggio 2022
menu
Campionato Sammarinese

San Giovanni-La Fiorita, la vigilia di Marco Tognacci

In foto: Marco Tognacci
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 3 dic 2021 15:43 ~ ultimo agg. 15:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ritrovati i tre punti con il roboante 5-1 alla Cosmos che fa il paio al pirotecnico 3-3 in rimonta contro la prima della classe Tre Penne, il San Giovanni è chiamato a un nuovo esame di maturità: domani, sabato 4 dicembre, alle 18 a Montecchio i ragazzi di mister Marco Tognacci affronteranno infatti La Fiorita, seconda forza del campionato e vera e propria corazzata.

I rossoneri sono alla ricerca del tris di risultati utili per consolidarsi nella fascia mediana della graduatoria e il tecnico, alle prese con una bella sfilza di indisponibili, suona la carica senza cercare alibi di sorta.

Mister, sabato scorso era stato chiaro dicendo che senza i tre punti con il Cosmos il gran pareggio con la leader del torneo sarebbe andato quasi sprecato. La risposta c’è stata.
“I ragazzi sono stati veramente bravissimi a rimettersi in carreggiata dopo un avvio non proprio da ricordare: in 10 minuti abbiamo concesso un’occasionissima e un rigore su cui è stato super De Angelis e il doppio spavento ci ha svegliato. Da lì abbiamo iniziato a macinare e dopo l’espulsione del loro portiere siamo andati sul velluto”.

Neanche il tempo di godersi il momento felice che arriva un’altra candidata alla vittoria finale. Per stare agganciati alla metà classifica è fondamentale la continuità: che gara si aspetta.
“Sarà una sfida simile a quella con il Tre Penne, daremo tutto e cercheremo di dare il massimo contro la più forte o una delle più forti del roster. Speriamo La Fiorita sia un po’ distratta dal turno di Coppa in programma mercoledì, ma non ci conterei tanto”.

Notizie dall’infermeria? Oltre Mirigliano e Lisi, che ne avranno purtroppo ancora a lungo c’è qualche altra defezione?
“Abbiamo ancora fuori anche Berardi, ma soprattutto a questi tre infortunati si aggiungono le squalifiche di Angelini, Tasini e Montebelli. Siamo un po’ rimaneggiati ma ce la giocheremo a testa alta, non abbiamo niente da perdere e dobbiamo scenderein campo tranquilli e convinti di fare la nostra gara. I ragazzi hanno sempre dimostrato di vivere queste sfide nella maniera giusta, trovando concentrazione e applicazione, anche perché sono partite che dal punto di vista mentale si preparano quasi da sole”.