Indietro
menu
Meteoroby

A Santarcangelo un 3 novembre con la neve. Ricordando il 1980

In foto: dal video
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 3 nov 2021 12:41 ~ ultimo agg. 4 nov 08:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tra il 2 e il 3 novembre del 1980 l’Emilia-Romagna, da Piacenza a Santarcangelo, fu colpita da una nevicata precoce. “Quello che stupì – ricorda il meteorologo di Ampro Roberto Nanni –  prima ancora dell’accadimento nevoso, fu il drastico calo delle temperature che si manifestò in un breve lasso di tempo“. A Bologna furono segnalate anche temperature prossime allo 0 e la neve raggiunse i 15-20 centimetri. A Santarcangelo la neve arrivò, ma non con la stessa intensità con cui colpì l’Emilia.

Dopo giornate miti e soleggiate un sistema nuvoloso, proveniente dalla Russia continentale in contrasto con aria più temperata del Mar Mediterraneo, diede vita a copiose nevicate che caddero sulla Pianura Padana seguendo l’asse della Via Emilia: da Piacenza fino a raggiungere Santarcangelo. Attorno a 15-20 furono i centimetri che coprirono il capoluogo emiliano, mentre intensi venti orientali e piogge diffuse (fino a 113 mm di accumuli in 4 giorni nel riminese) sferzavano le coste romagnole tenendo il passo di una burrasca equinoziale inaspettata“.


All’epoca – spiega Nanni – i bollettini meteorologici e le immagini satellitari si affidavano a uscite giornaliere ogni 12 ore e le previsioni non si procrastinavano oltre le 24/36 ore. Le informazioni mediatiche erano molto più limitate rispetto ad ora: la tecnologia era fruibile per pochi, la cibernetica non sapevamo cosa fosse e Mark Zuckerberg non era ancora nato“.

Nel sito Arcibalbo Santarcangelo curato da Ivano Mariani un breve video d’epoca documenta la nevicata del 3 novembre 1980.