Indietro
domenica 17 ottobre 2021
menu
Basket Serie D

Tigers, buone indicazioni dallo scrimmage con gli Angels

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 30 set 2021 14:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Villanova Basket Tigers-Angels Santarcangelo 52-70 (15-13; 31-31; 46-46)

IL TABELLINO
Villanova Basket Tigers: Frigoli 2, Polverelli 18, Tomasi 5, Zannoni 10, Bollini 4, Guiducci 13, Giacobbi, Parri, Antolini. All. Evangelisti.

Angels Santarcangelo: Ramilli 11, Mulazzani 2, Chiari 4, Fusco, Pesaresi 19, Raffaelli, James 13, Buzzone 8, Mazzotti 3, Panzavolta 2, Mancini 5, Nuvoli 3. All. Bernardi.

CRONACA E COMMENTO
Se la gioca testa a testa per oltre tre quarti di gara, Villanova, con i più quotati Angels, squadra ai nastri della CSilver con coach Massimo Bernardi nel motore.

Nonostante le assenze pesanti (Russu, D. Buo e A. Buo, Bartolucci), i biancoverdi sfoderano una bella prestazione alla Tigers Arena, mettendo in mostra già ingranaggi offensivi rodati e una buona intesa difensiva. Pronti via, 5-0 per i padroni di casa e Bernardi costretto a chiamare time-out. La gara è piacevole, non mancano gli errori frutto anche della preparazione. Primo quarto: 15-13. Frigoli dirige l’orchestra, Polverelli è un terminale offensivo, in doppia cifra dopo appena 10′ nonostante tanti errori dalla lunetta. Bollini è il ‘signore dei anelli’. Guiducci è un cecchino prezioso. 31-31 al riposo.

Bernardi alza la sua difesa a zona 30, Villanova non si fa trovare impreparata. Zannoni sale di tono e buca a ripetizione la retina avversaria, Tomasi è una piovra. Gli Angels si affidano a Pesaresi, bene anche James e Buzzone (due bombe a fila) tra gli ospiti. Terzo tempino: 46-46. Negli ultimi 10′ i Tigers sono un po’ affaticati, e c’è spazio per la panchina, come per Santarcangelo, che lascia però Pesaresi a bombardare (19 per lui). Parri sbuffa e ci prova, Antolini e Giacobbi non sono fortunati, finisce 52-70.

IL DOPOGARA
“Partita ben giocata per tre periodi, con buone soluzioni in attacco e il doppio lungo, e una giusta intensità in difesa – è il commento del coach delle Tigri di Villa Verucchio, Cristian Evangelisti -. La differenza di categoria non si è affatto sentita, e il punteggio è bugiardo per quel che si è visto in campo. Purtroppo ha pesato l’infortunio alla caviglia di capitan Zannoni a 1″30 dalla fine del terzo periodo, sul 46-38 per noi. La squadra è andata in sfiducia e ha perso la catena: non deve succedere. Lavoriamo bene con il preparatore atletico Nicoletti, e proveremo tanta pallacanestro a testa bassa per farci trovare pronti all’esordio del 10 ottobre contro Ozzano, alla Tigers Arena”.