Indietro
menu
Città a misura di bambino

Equità fiscale e sostegno alle fragilità. Le proposte di Gloria Lisi per la famiglia

In foto: Gloria Lisi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 13 set 2021 11:58 ~ ultimo agg. 12:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella proposta politica di Gloria Lisi la famiglia è la “stella polare”. “Proprio perché – spiega la candidata sindaco – riteniamo che la nostra famiglia sia il fondamento e la colonna portante della nostra società oltre ogni stereotipo, oltre ogni ideologia, quindi la famiglia intesa come proprio luogo dove si formano le persone e le relazioni”.

La Lisi prevede un progetto integrato di interventi a più livelli che intende dare sostegno e aiuto concreto alle famiglie, con particolare attenzione a quelle che si fanno carico di situazioni di fragilità. “ A Rimini il problema demografico, che è una delle emergenze da affrontare – continua Gloria  Lisi, “si può risolvere dando sostegno e prospettiva alle famiglie, che in aggiunta devono essere accompagnate nella cura e nell’educazione dei figli, fino alla loro piena autonomia”. “Serve inoltre valorizzare il ruolo della donna nella nostra società e nel mondo del lavoro; quindi, di questo pacchetto ci sono una serie di misure a sostegno della conciliazione vita-lavoro”. “Avere un figlio oggi è una delle pochissime scelte irreversibili della vita” ha detto Gloria Lisi, “occorre pensare ad una città a misura di bambino che affronti il tema della natalità, con un grande Piano di politiche familiari, un sistema pensato perché nessuna coppia rinunci ad avere un figlio per mancanza di sostegni adeguati e dove tutti i bambini avranno a loro disposizione gli strumenti necessari per crescere e diventare i riminesi di domani. Questo risultato si può raggiungere solo grazie alla collaborazione del Comune, del mondo del lavoro e delle famiglie”. Nello specifico, Gloria Lisi elenca una serie di provvedimenti che fanno parte della sua proposta elettorale, come la volontà di dare vita ad una politica della famiglia che dovrà occuparsi di aiutare i nuclei famigliari in difficoltà, stabilendo un principio di equità fiscale in rapporto al reddito e al numero dei componenti, di differenziare il costo dei servizi in funzione del reddito. Di sostenere le mamme lavoratrici che devono affidare i figli a strutture adeguate per età ad un costo accessibile, fino ad arrivare ai nidi gratuiti. Puntare sui primi 1000 giorni di vita: sappiamo che da questi si forma il 70% del nostro carattere, investire su tutti i nati a Rimini in modo che abbiamo servizi di alta qualità sotto tutti gli aspetti. Sostegno ai genitori, alla casa e al reddito e mediante counseling familiare, ove sia necessario, affinché tutti i nati possano affrontare l’inizio della vita senza disuguaglianze sociali. Rafforzare infine la rete fra Ospedale e territorio in tutti i servizi connessi alla nascita ed alla gravidanza, valorizzando il ruolo strategico del Centro per le Famiglie.

Notizie correlate